Home In Rilievo SFM5, si arriverà in treno a Le Gru – San Luigi

SFM5, si arriverà in treno a Le Gru – San Luigi

1869
SHARE
SFM5, si arriverà in treno a Le Gru - San Luigi
SFM5, si arriverà in treno a Le Gru - San Luigi

Il progetto per la tratta Le Gru – San Luigi è stato presentato alle Circoscrizioni 2 e 3, che sono interessate dalla costruzione della fermata San Paolo

È stato presentato alle Circoscrizioni 2 e 3 il progetto per la tratta Le Gru – San Luigi, che collegherà il centro commerciale di Grugliasco con l’ospedale di Orbassano.
La futura linea 5 del servizio ferroviario metropolitano porterà da Porta Susa a Orbassano, e viceversa,  in soli 15/20 minuti. Le due Circoscrizioni sono interessate dalla costruzione della fermata San Paolo che si andrà a collegare tra corso Rosselli, corso Siracusa  e via Tirreno.
La fermata San Paolo sarà una delle cinque stazioni lungo il tragitto Le Gru – San Luigi.
La nuova tratta è stata pensata per incentivare i cittadini ad utilizzare i mezzi pubblici.
La SFM5 si andrà ad aggiungere alle altre otto linee già esistenti. Secondo l’accordo di programma sottoscritto dal Comune i lavori avranno inizio nel 2018 è si concluderanno tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.
Il progetto trasformerà la fermata San Paolo in uno dei nuovi snodi cruciale del traffico torinese abbandonando la sua attuale funzione di semplice scalo merci.
I maggiori beneficiari della tratta Le Gru – San Luigi saranno senza dubbio gli studenti di medicina e i pazienti che ogni giorno si recenti presso la struttura ospedaliera di Orbassano, ma anche i frequentatori assidui del centro commerciale di Grugliasco.
L’investimento complessivo per la realizzazione del progetto è di 7 milioni di euro.
L’avvio della progettazione preliminare strutturale è fissato per il prossimo mese di settembre. Le cifre e i tempi di realizzazione rispecchiano la complessità dell’opera e l’impatto che avrà sul territorio.
Dunque, uno degli obiettivi principali del progetto di realizzazione della tratta Le Gru – San Luigi è quello di ridurre i livelli di emissioni nocive delle auto nell’atmosfera. D’altro canto i cittadini chiedono la puntualità e la certezza di una buona frequenza nel passaggio dei treni, fattori indispensabili per permettere loro di svolgere le proprie attività quotidiane.
Se verrà ascoltata anche la voce dei cittadini, le esigenze di tutti saranno soddisfatte.

Commenti

Correlato:  Arte dal basso: a Torino la cultura è OFF

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here