Home Articoli HP La Regione e il Comune chiedono di utilizzare i fondi della metro...

La Regione e il Comune chiedono di utilizzare i fondi della metro per i treni pendolari

571
SHARE
La Regione e il Comune chiedono di utilizzare i fondi della metro per i treni pendolari
La Regione e il Comune chiedono di utilizzare i fondi della metro per i treni pendolari

La Regione Piemonte e il Comune di Torino chiedono al governo di utilizzare i fondi della metro per potenziare il servizio ferroviario metropolitano che necessita di un urgente intervento

Nei primi giorni di marzo il governo ha sbloccato i fondi della metro necessari per il prolungamento della linea 1 della metropolitana di Torino verso Rivoli. I cantieri saranno all’opera dal 2018 e dovrebbero terminare il loro lavoro nel 2022.
L’obiettivo è raggiungere Collegno centro entro quella data. Nell’accordo tra Regione Piemonte, Comune di Torino e governo è previsto anche un finanziamento di 57,2 milioni di euro destinato all’acquisto di 8 nuove vetture a guida automatica.
In merito a questo accordo, il presidente della Regione Sergio Chiamparino e la sindaca Chiara Appendino sono intenzionati a chiedere al governo di utilizzare quei 57,2 milioni per l’acquisto di nuovi treni. Questi nuovi convogli andranno a potenziare il servizio ferroviario metropolitano. Ovviamente, con il dirottamento di questi fondi, l’acquisto delle nuove carrozze della metropolitana sarà rimandato a data da destinarsi.
La scelta di modificare la destinazione di questi fondi punta ad ottimizzare le poche risorse disponibili per realizzare un’altra priorità. Di fatto, in relazione alla tabella di marcia per il nuovo prolungamento delle metro, Regione e Comune ritengono più urgente un potenziamento dei treni per i pendolari piemontesi rispetto al nuovo servizio metropolitano, che sarà attivo tra 4 anni.
La situazione, però, non è così semplice. Infra.To, la società controllata dal Comune di Torino, che gestisce la rete infrastrutturale della città è in procinto di acquistare 4 nuove vetture per collegare Collegno al Lingotto. Secondo la società, la presentazione di un ulteriore ordine consentirebbe di ridurre sensibilmente i costi.
La settimana scorsa, Maria Lapietra, assessore comunale ai Trasporti, si è recata in Regione per chiedere a Francesco Balocco, assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture, un impegno scritto volto a garantire il ripristino del finanziamento entro l’anno prossimo.
Tutto ciò sarà a prescindere dall’attività di programmazione dei fondi europei da parte del governo. In mancanza di questa rassicurazione, la città chiederà di fermare la modifica della destinazione dei fondi della metro.
Intanto, la trattativa in atto tra Regione-Comune e governo per il dirottamento dei fondi della metro sta diventando un caso politico.
Dunque, in attesa di un accordo definitivo, i fondi della metro sono pronti per essere utilizzati.

Commenti

Correlato:  Molinette di Torino inarrestabile: trapianti anche in estate!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here