Torino, i festeggiamenti di San Giovanni si faranno: da Palazzo Civico la...

Torino, i festeggiamenti di San Giovanni si faranno: da Palazzo Civico la conferma

441
SHARE
Torino, i festeggiamenti di San Giovanni si faranno: da Palazzo Civico la conferma
Torino, i festeggiamenti di San Giovanni si faranno: da Palazzo Civico la conferma

Torino, i festeggiamenti di San Giovanni si faranno: Palazzo Civico dà l’ok allo svolgimento dell’evento

A Torino, i festeggiamenti di San Giovanni si faranno. È quanto emerge dalle dichiarazioni dei vertici delle forze dell’ordine e dal Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza. Con le riunioni svoltesi in questi due giorni, la decisione è stata quella di non cancellare un evento così importante e simbolico per la città.
Da Palazzo Civico è arrivato anche l’ok per lo svolgimento delle celebrazioni. Per la sindaca, Chiara Appendino, e per diversi esponenti della Sala Rossa, questa voglia di festeggiare la giornata del Santo Patrono non può che rappresentare un nuovo inizio per la città della Mole. Un inizio che dovrà permettere al capoluogo piemontese di vivere i suoi grandi eventi con un’altra mentalità e un’altra cura dei dettagli per evitare ciò che è accaduto meno di tre settimane fa in occasione della finale di Champions League.
Nonostante le proteste di molti cittadini, che chiedevano l’annullamento almeno per quest’anno delle celebrazioni, a Torino, i festeggiamenti di San Giovanni saranno anche accompagnati dai tradizionali fuochi. Fuochi che dureranno appena 32 minuti, e che non saranno l’unico elemento oggetto di limitazioni. Saranno infatti adottate misure di sicurezza straordinarie, con accessi limitati, grandi vie di fuga e controlli delle forze dell’ordine. In poche parole, vedremo una piazza Vittorio blindata come nel giugno 2015, quando Papa Francesco venne in visita a Torino per l’ostensione della Sacra Sindone.
Dunque, a Torino, i festeggiamenti di San Giovanni non saranno revocati. Per ricordare la scomparsa di Erika Pioletti e per omaggiarla, si potrà partecipare al falò del 23. Le sarà dedicato uno spazio, per imprimere nella nostra memoria ciò che non deve accadere e per salutare una vittima innocente.

LEAVE A REPLY