Home Articoli HP Accordo tra State Grid e Politecnico, a Torino si progetta l’internet dell’energia

Accordo tra State Grid e Politecnico, a Torino si progetta l’internet dell’energia

4
SHARE
Accordo tra State Grid e Politecnico, a Torino si progetta l'internet dell'energia
Accordo tra State Grid e Politecnico, a Torino si progetta l'internet dell'energia

Accordo tra State Grid e Politecnico, a Torino nasce il progetto per una rete globale dell’energia

Un nuovo, grande accordo tra State Grid e Politecnico di Torino è destinato a cambiare molto della nostra quotidianità nel prossimo futuro.

Il colosso cinese, detentore di oltre un terzo delle quote di Cassa Depositi e Prestiti reti (che controlla Italgas, Terna e Snam in ambito di investimenti), ha deciso di puntare fortemente sull’ateneo torinese per un nuovo piano. Parliamo della costruzione di una rete globale dell’energia, che si baserà sull’utilizzo dell’elettricità. Elettricità che potrà sostituire anche i combustibili nell’utilizzo di altri beni di prima necessità.

L’accordo tra State Grid e Politecnico dovrà portare, entro il 2050, alla creazione di un circuito che coinvolgerà tutto il pianeta. Saranno sfruttate tutte le risorse del pianeta, dalle pale eoliche del Polo Nord ai pannelli solari dell’Africa. Questo “internet dell’energia” permetterà a tutto il mondo di condividere l’energia da una stessa fonte. Sarà necessario far convergere anche gli intenti dei Paesi toccati, oltre che delle compagnie che operano nel settore.

Per far partire il progetto, State Grid investirà sul Poli 300mila euro in progetti di ricerca. Questi ultimi verranno ulteriormente finanziati in futuro. Intanto, alcuni dipendenti dell’azienda verranno mandati a Torino a seguire i corsi di formazione.

Un grande prestigio, questo, per Torino. Il Politecnico è l’unico ateneo italiano coinvolto in uno dei più importanti progetti di cambiamento del mondo.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here