Home Articoli HP Torino: in due giorni il Salone del Libro fa più di 50mila...

Torino: in due giorni il Salone del Libro fa più di 50mila ingressi

3
SHARE
Torino: in due giorni il Salone del Libro fa più di 50mila ingressi [fonte mole24]

Due giorni dall’inizio del Salone del Libro sono stati contati più di 50mila ingressi.

A essere stupiti del flusso di persone sono soprattutto gli editori “mai visto il Lingotto così”. Il Salone del Libro ha preso il via il 18 maggio e chiuderà lunedì 22, tutto fa presagire un’ottima annata. Tolti i classici disguidi, per entrare tra le mura della manifestazione, tutto sembra andare anche meglio del previsto sulla vendita dei biglietti del Salone del Libro.

La vendita dei biglietti del Salone del Libro ha superato quota 50mila.

Una rapida occhiata alla metro evidenzia un aumento di 30mila biglietti in più nei due giorni di apertura. Il fine settimana in corso evidenzierà probabilmente quello che le giornate del 18-19 hanno già fatto. Un incremento degli ingressi al Salone del Libro che ha fatto totalizzare solo ieri più di 30.500 biglietti di ingresso.

Passando invece alle entrate del Salone del Libro di Torino si è superata in metà manifestazione più della metà degli investimenti, oltre i 400mila euro. In queste condizioni, se prima aleggiavano dubbi, nessuno ha avuto ripensamenti sull’intenzione di mantenere il Salone del Libro a Torino.

La prima cittadina di Torino Chiara Appendino in concerto con il presidente dell’Aie Francesco Motta hanno sottolineato la volontà di rimanere con la manifestazione nel capoluogo sabaudo. Di sicuro un ribaltamento di posizione da parte di Motta che non pochi mesi fa voleva traslocare in vista di condizioni migliori. Si è giustificato il presidente dell’Aie per il suo cambiamento di rotta dicendo “non ho mai ricevuto risposta”, riferendosi alla assessore Parigi e al da farsi sul Salone del Libro.

Correlato:  16 agosto 1815: nasce don Bosco il santo dei torinesi

A detta degli Amici del Salone del Libro invece, l’unico che parla ancora di trattative Torino-Milano Dario Franceschini. Il ministro della Cultura con i suoi finanziamenti può letteralmente cambiare la direzione dell’ago della bilancia. Si parla di un totale misto di investimenti pari a novecentomila euro. Ma vedendo come stanno andando le cose, andare a spostare i finanziamenti diventerebbe più un creare rivalità tra due città.

La grande partecipazione dei cittadini è un chiaro segnale di quello che è una manifestazione. Una sensazione intima che si condivide ma non si svende. E se tocca leggere qualche pagina, beh.. si può fare anche un piccolo sforzo!

@Damiano Grilli

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here