Home Cronaca di Torino Poesie al citofono a Torino: una bella iniziativa in pieno centro

Poesie al citofono a Torino: una bella iniziativa in pieno centro

38
SHARE

Fioriscono le radio indipendenti e proliferano i reading letterari. Pierangelo Grosso ha scelto di fondere le due forme espressive creando un appuntamento sui generis: Poesie al citofono a Torino.

Poesie al citofono a Torino: una medicina per l’anima

«Un momento intimo nel caos cittadino», spiega Pierangelo. Infatti chiunque passi da via Mercanti il sabato pomeriggio tra le 17 e le 19, può suonare al campanello “Grosso” e restare in ascolto dei versi scritti dallo stesso Pierangelo, «Una volta una signora mi ha richiesto una poesia di Leopardi» racconta il poeta, ma Poesie al citofono non è un karaoke. «È come una medicina per l’anima».

Ospite fisso del Concertino dal Balconcino

Il giovane poeta ideatore delle poesie al citofono a Torino è ospite fisso del Concertino dal Balconcino. Ecco alcuni versi che ha recitato proprio per il cortile di via Mercanti:

Ti cerco atomo d’idrogeno

vagando di luogo in luogo

e scalcio e fremito

e di te neanche la sensazione.

Dove ti nascondi

atomo solitario

quale la tua paura verso me?

Quella di perderti forse

una volta unitici,

quella di smembrarti

una volta rilasciato parte di te

in legame covalente?

O è il non conosciuto che ti inquieta

il non sapere cosa si nasconde

dietro questo legame

che io da tempo vado seguitando

 

(…)

Un poeta siciliano a Torino

Pierangelo è uno studente di lettere, un poeta siciliano a Torino. Arrivato qui per l’Università e per la musica elettronica di cui il capoluogo sabaudo è un baluardo. A Torino, in via Mercanti, si è subito alleato con i dirimpettai del Concertino dal balconcino per condividere la stessa lotta alla frenesia. Per dare ristoro a chi cerca una pausa dallo stress dello shopping e del caos cittadino.

A cura di Grazia Tomassetti e Remo Gilli

 

Correlato:  Gli outlet del Piemonte a portata di navetta

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here