Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto per i bimbi cardiopatici

Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto per i bimbi cardiopatici

0
SHARE
Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto per i bimbi cardiopatici
Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto per i bimbi cardiopatici

Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto per i bimbi cardiopatici

All’Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto ha visto la luce. Si tratta del reparto dedicato ai bambini cardiopatici.

Un’opera tanto necessaria quanto innovativa, che va a rafforzare le competenze e i servizi di assistenza proposti dalla Città della Salute di Torino.

Si tratta della ristrutturazione di un intero piano, il sesto dell’edificio. Qui sorgerà Polo di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica. È stato finanziato dalla Fondazione La Stampa – Specchio dei Tempi con un investimento di oltre due milioni di euro. Ospiterà cinque posti letto in terapia intensiva, cinque posti letto in terapia semintensiva e dieci posti letto nel reparto di degenza.

Gli interni del reparto

Per l’Ospedale Regina Margherita, un nuovo reparto come questo è sicuramente motivo di orgoglio. Si tratta dell’unico centro per bambini cardiopatici in tutto il Piemonte. Un’eccellenza regionale, che mostra anche grandi potenzialità dal punto di vista estetico.

Si parla infatti, in questo caso, di un reparto umanizzato. Ci sono disegni di animali e di altri elementi che caratterizzano la vita e l’immaginario infantile. Un modo come un altro per far sentire i bimbi a loro agio, per continuare a crescere con la spensieratezza della gioventù.

Le opere sono state realizzate dall’artista Alessandro Sanna. Le decorazioni sono state parzialmente curate anche dall’Associazione Amici dei Bambini Cardiopatici Onlus.

Dunque, un nuovo centro a misura di bambino è stato realizzato. Un altro tassello che si va ad aggiungere nei progressi della sanità piemontese, che si dimostra sempre più all’avanguardia tra studi, ricerche e strutture.

Correlato:  Divina Commedia: dall'Inferno al Paradiso un viaggio di gusto e note

LEAVE A REPLY