Home Articoli HP Torino,il mercato immobiliare si muove: l’analisi della nostra House Hunter

Torino,il mercato immobiliare si muove: l’analisi della nostra House Hunter

1040
SHARE
Torino,il mercato immobiliare si muove: l'analisi della nostra House Hunter
Torino,il mercato immobiliare si muove: l'analisi della nostra House Hunter

Uno sguardo al mercato immobiliare a Torino: il parere della nostra House Hunter, Laura Polesinanti

Il mercato immobiliare di Torino sta vivendo una lenta fase di ripresa e di trasformazione. Per avere un quadro più chiaro di questa situazione ci affidiamo all’analisi di Laura Polesinanti, la nostra House Hunter.

Sebbene siano Milano e Roma le città che stanno trainando la ripresa del mercato immobiliare, anche a Torino è in corso un andamento positivo. Si sta attenuando la diminuzione dei prezzi che, dal 2007, è stata superiore al 25%. Nel contempo si stanno accorciando i tempi medi di vendita, che si registrano tra i 7 e i 9 mesi.

L’offerta di appartamenti in vendita è sempre molto numerosa. C’è però una precisazione da fare. Nelle aree del centro e di pregio si riscontra un aumento delle compravendite. Al contrario, rimangono stabili in semicentro e periferia le trattative andate a buon fine.

La motivazione all’acquisto della casa è principalmente la sostituzione. Si cambia casa quando cambiano le esigenze abitative (nasce un figlio, oppure i figli vanno via di casa).

L’acquisto della prima casa non è più un bisogno importante. Questo perché i giovani hanno una maggiore mobilità e optano per la locazione. Anche nel caso delle separazioni prevale la locazione rispetto all’acquisto. L’acquisto per investimento è inferiore al 10%. Sempre meno diffuso è l’acquisto della seconda casa. Rispetto a una decina di anni fa, si può considerare un bisogno/desiderio estinto.

Torino,il mercato immobiliare si muove: l'analisi della nostra House Hunter

Per queste ragioni, la domanda sarà sempre più rivolta alle zone centrali e comode ai servizi. Ovviamente, i prezzi scenderanno maggiormente nelle zone periferiche. Nel mese di marzo il prezzo degli immobili in vendita è stato maggiore nei quartieri Centro storico, Quadrilatero Romano, Repubblica, Giardini Reali.

Correlato:  Nasce il nuovo francobollo celebrativo della FIAT 500

Qui, la media è di circa 3.500 euro al metro quadro. La zona in cui, al contrario, è stato rilevato il prezzo più basso è Barriera Milano. La media della zona è di 950 euro al metro quadro. Cit Turin vede quotazioni medie tra i 2.400 e i 2.600 euro al mq. Gli immobili in Vanchiglia vengono venduti intorno ai 2.000 euro al mq. In San Salvario si raggiungono al massimo i 2.500 euro al mq. Sotto i 2.000 euro al mq vengono quotati gli immobili nelle aree decentrate come Santa Rita e San Donato.

La tipologia che ha subito il maggior deprezzamento è rappresentata dagli attici. Le quotazioni hanno avuto una diminuzione di circa il 3% negli ultimi 3 mesi.

Nel caso di immobile occupato il deprezzamento può oscillare fino al 25%.

La riduzione di prezzo per un appartamento con pianta irregolare ed ampie dispersioni di spazi può arrivare al 10%.

Il mercato del nuovo si sta caratterizzando con la costruzione di immobili di qualità. Essi devono garantire efficienza energetica e condizioni di sicurezza. Di conseguenza, troviamo valori al metro quadro superiori.

gif_laurapolesinanti3

Il mercato delle locazioni sta subendo un incremento significativo. Ai proprietari sono consentiti contratti più sicuri e formule nuove. Ne sono esempi la locazione per tempi brevi o per studenti.

Nel mese di marzo, il canone richiesto per gli immobili in affitto è stato più alto nelle zone Centro storico, Quadrilatero Romano, Repubblica, Giardini Reali. Qui la media è di 9,97 euro al metro quadro al mese. L’area in cui, invece, il canone richiesto è stato inferiore è quella tra Corso Regio Parco, Rebaudengo, Bertolla, Barca. La media è di 6,44 euro al mese al metro quadro. I tempi medi per concludere un contratto di locazione sono pari a circa 3 mesi.

Correlato:  Torino, il bike sharing promosso dal Comune a un euro per una settimana

Torino sta vivendo un boom turistico e questo dà una scossa positiva al mercato degli affitti brevi.

 

Articolo a cura di Laura Polesinanti, esperta immobiliare e House Hunter

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here