Home Articoli HP Hotel, a Torino gli alberghi accontentano proprio tutti

Hotel, a Torino gli alberghi accontentano proprio tutti

26
SHARE
Hotel, a Torino gli alberghi accontentano proprio tutti
Hotel, a Torino gli alberghi accontentano proprio tutti

Hotel, a Torino una rapida evoluzione

Gli hotel, a Torino, si sono evoluti sempre di più, anche grazie alla grande crescita del settore turistico negli ultimi anni.

Come tutte le città, il capoluogo piemontese è dotato di un grande numero di alberghi in diverse zone. Con il passare del tempo, inoltre, le strutture torinesi si sono messe sempre più alla pari con quelle straniere. Variazioni estetiche, nei menu e nelle proposte sono i principali tratti dell’evoluzione dei nostri alberghi.

Ad esempio, la ristorazione ha vissuto diversi cambiamenti. Non è facile vedere persone che, senza essere clienti di un albergo, entrino a fare colazione nel bar di questi ultimi. La possibilità ci sarebbe, anche se occorrono, per i ristoratori, altri permessi. Eppure, questa pratica non è molto diffusa tra i cittadini.

Nessun albergo intraprende l’iniziativa della produzione autonoma di brioches e croissant. Ci si affida ancora ai forni da rivendita per le forniture. Se si pensa all’offerta dolciaria, i celiaci non sono sempre soddisfatti. Non tutti gli hotel si adattano alla produzione di torte e alimenti senza glutine. C’è invece più attenzione ai vegani, sempre più numerosi e sempre più alla ricerca di attività che soddisfino le loro esigenze.

Per quanto riguarda i menu in generale, invece, si può riscontrare spesso il mix tra alimenti tradizionali e piatti globali. Una politica intrapresa per venire in contro alle abitudini dei turisti stranieri, che scelgono abitualmente Torino negli ultimi anni.

Gli hotel torinesi e le loro offerte specifiche

Come detto, gli hotel, a Torino, si mostrano sempre con grande eleganza e spirito internazionale.

È il caso dell’NH Hotel di piazza Carlina, che offre sempre brioches e croissant freschi. Buffet di ottima qualità, accompagnati da latticini fatti con il latte di Fontanacervo. Tra questi, troviamo la robiola, il latte, i formaggi e i tomini.

Il Golden Palace presenta invece una gamma di prodotti prevalentemente italiani. Troviamo le nocciole dei Fratelli Durando, il favo di miele d’acacia toscano, salmone marinato, pane e dolci fatti in casa. Non manca il prosecco e alcuni degli elementi tipici delle colazioni estere, per bilanciare meglio le proposte.

Il Principi di Piemonte è forse l’hotel più attaccato alle tradizioni italiane. Grande spazio ai piatti salati e alla cucina piemontese. Rappresenta anche l’unica eccezione tra gli alberghi nella proposta di piatti senza glutine. È l’ideale per il riso basmati con verdure.

Il Grand Hotel Sitea è un connubio perfetto tra la tradizione piemontese e la gastronomia internazionale di alto livello. Il pane e le brioches di Perino sono le punte di diamante di una gamma di prodotti di grande qualità. Tra essi troviamo anche il crumble di mele, lo champagne, le mele e le pere fatte al forno. Spiccano anche la focaccia e le spremute fresche.

Il Turin Palace è sinonimo di qualità italiana. Propone muesli di Noberasco, marmellata di Agrimontana, brioches salate e pane integrale. Proprio il pane viene da “La Farina del Sacco”, dove viene lavorato dai detenuti della casa circondariale Lorusso e Cutugno.

L’Hotel Victoria è invece un punto di riferimento nei piatti piemontesi. Nei buffet si possono trovare specialità casearie, vinicole e di salumi provenienti dal canavese e dalle valli di Lanzo. Brioches di raffinata pasticceria e focacce tipiche completano il quadro.

Dunque, di hotel, a Torino, ce n’è per tutti i gusti. Un’offerta ho si è sempre più ampliata in questi anni, e che promette di essere ancora più competitiva in futuro.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here