Home Articoli HP MUSICOMANTIA, IL CORTOMETRAGGIO IN GIALLO DEL REGISTA TORINESE MAURO LOVERRE

MUSICOMANTIA, IL CORTOMETRAGGIO IN GIALLO DEL REGISTA TORINESE MAURO LOVERRE

17
SHARE

Un progetto destinato a festival italiani e internazionali, prodotto da LDP Entertainment e Dimago Cine Stuff.

L’arte di produrre in successione suoni e la pratica della predizione. Due elementi che, legati tra loro, hanno dato vita a “Musicomantìa”. Il nuovo cortometraggio, scritto e diretto dal giovane regista torinese, Mauro Loverre, prodotto da LDP Entertainment con Dimago Cine Stuff e Federico Torres, come direttore di fotografia.

cortometraggio thriller Musicomantìa
Il cortometraggio in uscita “Musicomantìa” del regista torinese Mauro Loverre

 

Il progetto è nato da un’idea dell’attore Loverre, già regista del film “The Goat of Mendes”, progetto internazionale in corso di produzione. “Tutto è partito – spiega il regista di Torino – ascoltando i discorsi di alcuni amici. Ho pensato molto, poi ho deciso che era il momento di sviluppare una trama dai contorni thriller, ambientato in Piemonte. Un modo per creare suspense e mistero intorno alla trama dell’opera. Musicomantìa non è altro che un gioco. Si ascoltano i suoni emessi dalla radio passando da una frequenza all’altra velocemente in sequenza casuale. Dalle parole o dalla musica che viene emessa arrivano dei messaggi da interpretare. Come un codice che crea un vortice misterioso da cui è difficile uscirne indenni”. Il cortometraggio “Musicomantìa” sarà presentato nei prossimi mesi ai più importanti festival e concorsi cinematografici italiani e internazionali. L’opera testimonia la voglia imprenditoriale delle nuove generazioni delle professioni del cinema di continuare a scommettere sul talento italiano e in particolare di Torino, culla del cinema nazionale. La trama del corto, della durata di venti minuti, narra la vicenda di tre ragazzi che durante un fine settimana scopriranno insieme un gioco usato nella pratica della predizione e verità nascoste che emergeranno col passare delle ore. Le parole e i suoni della radio tracceranno minuto dopo minuto il loro destino. Nel giro di poche ore nulla sarà più come prima. “Un thriller mozzafiato ­- conclude Mauro Loverre – che lascerà sicuramente il segno. Durante la lavorazione del film e sul set il lavoro è stato impegnativo. Ma il team tutto piemontese, composto da professionisti, già noti nel settore, ha lavorato bene e in sintonia”.

Correlato:  Rewind Torino, il tributo a Vasco continua

Marina Rissone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here