Home Cronaca di Torino Poetry Slam di Torino: quali sono e dove si tengono

Poetry Slam di Torino: quali sono e dove si tengono

10
SHARE

La scena poetica torinese si è allargata – e sta continuando ad allargarsi – a macchia d’olio nella nostra città, portando a Torino un nuovo modo di vivere l’arte dal basso che, fino a pochi anni fa, non era per niente diffuso in Italia. Per chi ama i contest di poesia e non si accontenta dei reading “classici” da parte degli autori, ma piuttosto vuole godersi uno spettacolo poetico, abbiamo cercato le Poetry Slam di Torino migliori, e quando si tengono. Così non ne perderete nemmeno una!

La più rinomata Poetry Slam di Torino in assoluto: Atti Impuri Poetry Slam

Poetry Slam di Torino: quali sono e dove si tengono

Ne abbiamo parlato nel nostro reportage sulla “scena OFF” di Torino: Atti Impuri è un progetto attivo da diversi anni nella nostra città, che da tre anni si tiene alla Casa del Quartiere di San Salvario e nel vicino locale Luna Storta per 5 volte all’anno. Seguendo la pagina facebook dedicata non perderete mai un evento di quella che è la miglior poetry slam di Torino, nonché l’unica a far parte della LIPS, la Lega Italiana Poetry Slam.

Poetry Slam in Cavallerizza

Poetry Slam di Torino: quali sono e dove si tengono

Un’altra importante poetry slam di Torino, collegata direttamente ad Atti Impuri, è la poetry slam della Cavallerizza. Questo è un evento più “open”, cioè aperto anche a neofiti e meno esperti, o a chi vuole sperimentare. Qui si è liberi di intendere l’arte come si vuole, a patto di rispettare le regole fondamentali della slam. La prossima sarà il 26 aprile, e questo è l’evento su facebook per rimanere aggiornati.

Murazzi Poetry Slam

Poetry Slam di Torino: quali sono e dove si tengono

Dal 2012, ai Murazzi si tiene la Murazzi Poetry Slam, un’altra delle principali attività nella scena torinese, condotto da Bruno Rullo. A questo sono riconducibili anche altre Poetry Slam di Torino, come ad esempio la Vanchiglia Poetry Slam dell’anno scorso, di cui si può ancora ascoltare il podcast.

 

A cura di Grazia Tomassetti e Remo Gilli

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here