Home Articoli HP Laboratorio di Microscopia: nasce a Torino “Open Access Lab”

Laboratorio di Microscopia: nasce a Torino “Open Access Lab”

15
SHARE
Laboratorio di Microscopia: nasce a Torino "Open Access Lab"

Open Access Lab, il laboratorio di Microscopia avanzata coinvolge sei dipartimenti dell’Università degli Studi di Torino.

Dal 21 marzo è operativo questo nuovissimo e all’avanguardia laboratorio di Microscopia. Grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, l’Open Access Lab è dotato di strumentazioni notevoli che faciliteranno gli studi. I macchinari saranno accessibili a tutti i ricercatori dell’ateneo.

Sei i dipartimento coinvolti: Neuroscienze, Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute, Oncologia, Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Scienze Veterinarie e Scienze Cliniche e Biologiche.

Il laboratorio di Microscopia è stato presentato, come detto precedentemente, il 21 marzo. Alla conferenza c’erano: Marcello Baricco, vice rettore per la semplificazione e Federico Bussolino, vice rettore per la ricerca scientifica. Sono intervenuti alla conferenza di presentazione Lorenzo Silengo del Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute, direttrice del Centro di Biotecnologie Molecolari, Franca Fagioli del Consiglio Generale Compagnia di San Paolo e Alessandro Vercelli, responsabile del progetto per il Dipartimento di Neuroscienze e direttore scientifico del Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi dell’Università degli Studi Torino.

Cosa faranno i ricercatori all’interno dell’Open Access Lab? Grazie alle apparecchiature saranno in grado di trovare soluzioni ai problemi biologici –  ha sottolineato il professor Vercelli – dall’analisi dei meccanismi di crescita e metastatizzazione tumorale allo studio delle connessioni del sistema nervoso e dei meccanismi cellulari della memoria. 

La scienza va avanti. I ricercatori faranno sicuramente dei progressi. Queste nuove tecnologie (microscopi finissimi, a due fotoni, adatti ad analizzare le cellule e i tessuti) aiuteranno a combattere malattie ad oggi destabilizzanti per l’umanità.

Speriamo ne valga la pena e che possiamo ricavare veramente grandi novità da questo laboratorio!

Carmen Terrazzino

(credit foto: Torinoggi.it)

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here