Home Articoli HP Le strade più corte di Torino

Le strade più corte di Torino

92
SHARE

Ci sono strade di Torino talmente lunghe e frequentate da essere note a chiunque ci viva e, probabilmente, anche a chi la visita saltuariamente.

Tutti conoscono le centralissime via Roma, via Po e via Garibaldi. Oppure i lunghi corsi coi caratteristici controviali come corso Francia, corso Vittorio e corso Regina Margherita.

Tuttavia, come il tabellone del Monopoli, anche la nostra città ha i suoi Vicolo Stretto e Vicolo Corto. Strade lunghe solo pochi metri, che probabilmente conoscete giusto se ci abitate voi o un vostro conoscente.

Quali sono le strade più corte di Torino?

  • Medaglia di bronzo per via Gaspara Stampa, che con i suoi quaranta metri mal contati non riesce comunque ad assicurarsi il titolo di via più corta di Torino. Collega corso Traiano con via Donato Bachi senza incrociare alcun’altra strada e porta direttamente al Parco Giuseppe di Vittorio in zona Lingotto.
  • Al secondo posto, tre o quattro metri più corta, troviamo via Pescara. Incrocia strada Settimo, in una zona tra il Parco Dell’Arrivore e il Parco della Confluenza, nei pressi di Piazza Sofia
  • Ad aggiudicarsi la “coppa vicolo corto”, con una lunghezza di trenta metri circa, è via Ercole Ricotti. Una sorta di istmo che unisce Lungo Dora Siena con Corso Regina Margherita, una delle arterie principali della città e la sua strada più lunga (complessivamente è inferiore a corso Francia, che però continua anche fuori Torino).

E, parlando di corsi, merita almeno di essere menzionato, visto l’argomento trattato, Corso Ciro Menotti. Coi suoi ben sessanta metri non riesce a scalzare le concorrenti della nostra classifica, ma resta comunque il corso più corto di Torino. Collega la ben più lunga via Pier Carlo Boggio con corso Ferrucci ed è probabilmente conosciuta da chi frequenta o ha frequentato il Politecnico, che si trova li vicino.

Correlato:  Torna a Torino lo Street Food a Parco Dora!

Tante strade corte per una città così grande.

(credit foto: turistipercaso)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here