Home Cavallerizza Reale Mystic Jam di Torino: una festa “diversa” alla Cavallerizza Reale

Mystic Jam di Torino: una festa “diversa” alla Cavallerizza Reale

45
SHARE

Quattro mesi fa, agli inizi di novembre 2016, presso la Cavallerizza Reale è iniziato un progetto interessante.

Si tratta della Mystic Jam di Torino, un ritrovo ricorrente che avviene ogni giovedì sera dalle 22 fino alle 2 del mattino in Caffetterizza, una delle sale aperte  del complesso di via Verdi 9.

Che cos’è la Mystic Jam di Torino?

Per prima cosa, è un luogo accogliente dove “ci si sente divinamente a casa”, come dicono gli organizzatori. Un luogo in cui si suona buona musica, si beve vino e birra artigianale e si balla davvero.

Alla Mystic Jam di Torino è l’improvvisazione a fare da padrona, anche se non mancano dei momenti organizzati o esibizioni di artisti esterni.

Perché “Mystic”?

15025609_1343918095627800_5626420274632312368_o

Questo progetto mira a suscitare in coloro che partecipano delle vere emozioni.

La Mystic Jam di Torino vuole essere un momento in cui le persone ritrovano sé stesse e gli altri, grazie alla musica che – sempre secondo gli organizzatori – “è il miglior linguaggio con cui comunicare senza fraintendimenti”. In questo modo si viene a creare una situazione “mistica”, nella quale tutti si trovano a loro agio e hanno la possibilità di esprimersi liberamente.

Quanto costa partecipare alla Mystic Jam?

Come per tutte le attività promosse dall’Assemblea Cavallerizza 14:45, anche la Mystic Jam di Torino non ha un prezzo di entrata.

Tutto si basa sulla formula dell’up-to-you, ovvero dell’offerta libera. In questo modo la festa è aperta a tutti, ma veramente tutti.

Anche questo è uno dei motivi per cui questo ritrovo è diventato in così poco tempo un punto di riferimento nel panorama del divertimento torinese.

Se ancora non l’avete fatto, vi consiglio di passare un giovedì sera da via Verdi 9 per vedere cosa succede in Caffetterizza.

Ne rimarrete colpiti, su questo non c’è dubbio. In che modo? Questo dipenderà da voi.

Remo Gilli

Clicca qui per leggere il reportage

Commenti

Correlato:  Sant'Anna primo in Italia per i parti ( oltre 20 al giorno)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here