Home Ambiente Blocco totale del traffico domenica 5 marzo a Torino

Blocco totale del traffico domenica 5 marzo a Torino

425
SHARE
Blocco totale del traffico domenica 5 marzo a Torino

La prima delle due domeniche ecologiche con il blocco totale del traffico è vicina; la prossima sarà il 2 aprile.

L’ultima volta che un provvedimento di questo tipo venne adottato il sindaco era Sergio Chiamparino. Era il 30 gennaio del 2011ultima domenica ecologica con blocco totale del traffico in città.

Sono passati sei lunghi anni da quella domenica e ad oggi ce n’è bisogno più che mai; quindi il 5 marzo tutta la città si fermerà all’insegna di una giornata a piedi. Si prevede il blocco della circolazione su tutto il territorio comunale dalle 10 alle 18.

Scopo di questo blocco totale del traffico? «Rendere la cittadinanza più consapevole dell’urgenza di cambiare comportamenti collettivi e stili di vita, attraverso azioni volte alla promozione del diritto alla salute individuale e del bene comune», spiega il Comune.

Sempre quest’ultimo assicura:

  • Potenziamento dei mezzi pubblici con passaggi più frequenti di bus e tram;
  • La metropolitana sarà in servizio dalle 5,30 all’01 con incremento dei convogli tra le 10 e le 19;
  • Dalle 10 alle 19 viaggeranno un maggior numero di mezzi sulle linee 2, 4, 10, 11, 13, 15, 18, 55, 61, 68 e 72. In particolare la linea 4 avrà passaggi alle fermate raddoppiati rispetto a una normale domenica;
  • Verranno utilizzati autobus da 18 metri al posto di quelli da 12 metri sulle linee 1, 14, 42, 46, 57 e 75;
  • Per la partita di serie A Torino-Palermo saranno raddoppiati i bus e tram 4, 10 e 17.

La domanda che tutti si staranno ponendo è questa: il blocco totale del traffico riguarda proprio tutti?

La risposta è sì, ma con delle eccezioni. Possono circolare i veicoli elettrici o ibridi, le moto a quattro tempi, i veicoli destinati al trasporto persone con oltre nove posti, i mezzi di forze armate, organi di polizia, soccorsi, Vigili del fuoco, Protezione civile, quelli che raccolgono i rifiuti o puliscono le strade. Non saranno limitati i taxi, le auto del car sharing e chi deve spostarsi per motivi di lavoro non avendo a disposizione mezzi pubblici nel raggio di un chilometro (purché con dichiarazione del datore di lavoro).

Chi condivide l’auto con altre persone scamperà al divieto purché si viaggi almeno in tre se il mezzo è omologato a quatto o più posti o almeno in due se è omologato per due-tre posti. Anche gli agenti di commercio sono risparmiati e così associazioni o società sportive appartenenti a federazioni affiliate al Coni e gli atleti che devono raggiungere una sede di gara, arbitri, direttori di gara e cronometristi.

Un’altra domanda che affligge lo stato d’animo dei torinesi è: sarà bloccata tutta la città?

La risposta è no. Sarà consentito percorrere alcune arterie che collegano Torino ai Comuni della cintura o alla tangenziale e viceversa oppure i tragitti che permettono di raggiungere i parcheggi di interscambio. Via libera dunque in alcune zone del precollina, corso Unità d’Italia, alcuni tratti dei corsi Regina Margherita, Giulio Cesare, Moncalieri, Francia, Orbassano, Tazzoli, Romania, Unione Sovietica e Lungo Stura Lazio.

Blocco totale del traffico domenica 5 marzo a Torino

Terza ed ultima domanda: se non si potrà usare l’auto, cosa è previsto in città?

In programma, con partenza alle ore 16 da piazza San Carlo, la manifestazione «Just the woman I am 2017». Al parco della Pellerina ci sarà la giornata conclusiva del Carlevè ed Turin. Allo stadio Grande Torino il match di campionato Torino-Palermo e al Lingotto Expocasa.

Sfruttiamo questa domenica per andare al parco, passeggiare in bici, correre, in poche parole per stare all’aria aperta!

Carmen Terrazzino

(foto: La Stampa)

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here