Home Ambiente Torino, il bike sharing promosso dal Comune a un euro per una...

Torino, il bike sharing promosso dal Comune a un euro per una settimana

11
SHARE
Torino, il bike sharing promosso dal Comune a un euro per una settimana
Torino, il bike sharing promosso dal Comune a un euro per una settimana

Torino, il bike sharing incentivato dal Comune

Uno degli strumenti più innovativi della battaglia antismog della città di Torino, il bike sharing, assume ancora più importanza.

Palazzo Civico sta preparando una nuova iniziativa, legata all’utilizzo dei mezzi a due ruote. Nello specifico, il Comune sta pensando di proporre ai cittadini la possibilità di usufruire del bike sharing a 1 euro per una settimana.

Al termine dei sette giorni, si potrà aderire all’abbonamento annuale. Abbonamento che sarà caricato sulle tessere abilitate, come la Pyou card, PoliTo, Università di Torino, tessere bip.

A Torino, il bike sharing ha già avuto una buona crescita nei dati di utilizzo. Molti torinesi stanno già usufruendo abitualmente delle bici messe a disposizione dall’iniziativa. I numeri, però, non sono sufficienti, per due motivi principali. Il primo riguarda l’inquinamento. Le auto sono ancora il mezzo di trasporto più diffuso tra i torinesi. Così, l’aria è sempre meno salubre e l’amministrazione comunale è costretta a porre i blocchi al traffico. L’obiettivo è dunque quello di far abbandonare gradualmente l’auto a coloro che ne hanno la possibilità, per educarli all’uso della bici.

Il secondo motivo è il livello di sviluppo del bike sharing. In tutta Europa, l’iniziativa ha molto successo, e il numero di coloro che aderiscono è in crescita costante. A Torino, il bike sharing può avere ulteriori progressi, e occorre sfruttarne tutte le potenzialità.

Dunque, il Comune inizia ad avvicinare i cittadini al trasporto ecologico. Sarà tutto da verificare il successo del progetto.

Commenti

Correlato:  Il “Bagna Cauda Day 2016” il Piemonte presenta il suo simbolo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here