Home Articoli HP Molinette, un robot espianta un rene vicino all’utero: primo caso mondiale

Molinette, un robot espianta un rene vicino all’utero: primo caso mondiale

14
SHARE
Molinette, un robot espianta un rene vicino all'utero: primo caso mondiale
Molinette, un robot espianta un rene vicino all'utero: primo caso mondiale

Molinette, un robot compie un miracolo della sanità

Alle Molinette, un robot è stato protagonista di un vero e proprio miracolo della sanità. Con un intervento, il macchinario specializzato ha espiantato a una donna un rene troppo vicino all’utero. Si trattava di una malformazione congenita, con la paziente 45enne vittima di dolori e infezioni. Questo perché era portatrice di rene ectopico pelvico. Un calvario terminato, dopo che la donna ha girato cliniche di ogni tipo e di ogni parte d’Italia per risolvere il problema.

Si tratta del primo caso al mondo di una simile operazione, con l’impiego di strumenti della tecnologia avanzata per interventi di questa delicatezza.

Il rene, perfettamente funzionante, è stato asportato, ed era destinato allo scarto. Alla fine, lo stesso organo è stato riutilizzato per un paziente 51enne, che aveva le caratteristiche adatte per il riutilizzo.

Alle Molinette, un robot come il Da Vinci (questo il nome del macchinario) è già utilizzato per operazioni di oncologia e urologia. Le parti del corpo su cui viene maggiormente impiegato sono reni, vescica e prostata.

Dunque, la Città della Salute si fregia di un altro primato mondiale. Le strutture sanitarie torinesi,  come le Molinette, stanno diventando sempre di più un punto di riferimento per la buona sanità a livello nazionale e internazionale. Una medaglia per Torino, che potrà accogliere altri pazienti in gravi condizioni, per alimentare le loro speranze di vita.

Commenti

Correlato:  Le Ogr “sperimentano” il redivivo Traffic

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here