Home Articoli HP Università di Torino al terzo posto nella valutazione della ricerca

Università di Torino al terzo posto nella valutazione della ricerca

11
SHARE
Università di Torino al terzo posto nella valutazione della ricerca
Università di Torino al terzo posto nella valutazione della ricerca

L’Università di Torino è al terzo posto nella classifica Anvur sulla ricerca

L’Università di Torino eccelle di nuovo! Insieme a Padova e Bologna, Unito si posiziona al terzo posto con ben 9 aree di eccellenza.

In generale dal rapporto dell’Anvur emerge che la ricerca italiana è diventata più produttiva: nel giro di cinque anni le pubblicazioni scientifiche sono aumentate e sono anche più citate, contemporaneamente si sta riducendo la distanza fra le università del Nord e del Sud.

Tra il 2011 e il 2014 la ricerca universitaria italiana è migliorata, ha detto il presidente dell’Anvur, Andrea Graziosi

Dei 38 enti di ricerca considerati nel rapporto dell’Agenzia per la valutazione della ricerca (Anvur), 16 sono le eccellenze che rientrano almeno in una delle aree considerate nel rapporto dell’Anvur. Per la sua stessa natura, che abbraccia numerose discipline, il Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr) è presente in 16 settori, seguito a distanza da enti dalla vocazione più specializzata, come l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e il Consiglio per la ricerca in agricoltura (Crea), presenti ciascuno in 6 ambiti. Al terzo posto la Fondazione Bruno Kessler (Frk), con 5 discipline di punta e poi Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Istituto italiano per la ricerca in metrologia (Inrim) e Istituto Santa Lucia, presenti ciascuno in 3 ambiti.

La produzione scientifica italiana va in controtendenza rispetto a quanto accade a livello internazionale. I dati dell’Anvur indicano una crescita costante dal 2014 al 2016, mentre la produttività di Unione Europea e Stati Uniti è in calo e cede il passo alla Cina, che sta facendo la parte del leone per numero di pubblicazioni.

Correlato:  Via Monferrato diventerà interamente pedonale: i lavori a partono a giugno

E’ aumentata nel frattempo anche la qualità della ricerca italiana, con un indice di citazioni nella letteratura scientifica internazionale che dal 2014 al 2016 è aumentato da 1,20 a 1,51, portandosi al di sopra della media dell’Unione Europea (1,32) e a quella dei singoli Paesi Ue.

Insomma, Torino continua ad essere una città dalle mille risorse!

Carmen Terrazzino

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here