Home Articoli HP Alexandre Dumas, un amore per Torino ed il Bicerin

Alexandre Dumas, un amore per Torino ed il Bicerin

160
SHARE
Alexandre Dumas, un amore per Torino ed il Bicerin

Alexandre Dumas lo ordinava sempre “un poch ed tut” e passava interi pomeriggi nel bar di fronte alla Consolata.

Tra le tre varianti del Bicerin, “pur e fior” (simile al cappuccino), “pur e barba” (caffe è cioccolato) e quella con un po’ di caffe, di latte e di cioccolato, Alexandre Dumas, l’autore de “I tre moschettieri”, preferiva di gran lunga quest’ultima e, nel suo soggiorno torinese del 1852 ebbe modo di scoprire le bellezze di Torino e la bontà della storica bevanda sabauda.

Alexandre Dumas, un amore per Torino ed il Bicerin

Proprio in uno dei suoi scritti, Alexandre Dumas, parlava della sua bevanda preferita in questi termini: “tra le cose belle e buone che ho trovato a Torino, non dimenticherò mai il Bicerin, quell’eccellente bevanda al caffè, latte e cioccolato, che viene servita in tutti i caffè ad un costo relativamente basso”.

Lo scrittore non nascondeva di essere rimasto affascinato da Torino, tanto da dedicarle un romanzo intitolato “il paggio del duca”, ambientato nel 1557 all’epoca di Emanuele Filiberto.

Alexandre Dumas, un amore per Torino ed il Bicerin

 

Chi può dire se, per la stesura del romanzo in questione, si sia lasciato ispirare dal sapore di quella bevanda che esisteva solo aTorino ed in nessun’altra parte d’Italia: e lui lo sapeva bene. Da amante del nostro Paese qual era, ed anche grazie all’amicizia che lo legava a Giuseppe Garibaldi, decise di seguire in prima persona la spedizione dei Mille e fu addirittura testimone della battaglia di Calatafimi. In quel periodo era in crociera nel Mediterraneo, ma la interruppe non appena seppe del progetto garibaldino di unire l’Italia sotto la corona Savoia.

Un turista eccellente che si innamora di Torino non è certo una novità negli ultimi tempi: basta fare un giro in centro per vedere quanti visitatori si muovono per le vie della città con le loro cartine e le macchine fotografiche con obiettivi fuori misura. Nonostante sia estate, bisognerebbe fargli assaggiare l’elisir che fu capace di ammaliare persino Dumas.

 

bicerin gianduiotto e white distillerie vincenzi
Torino è anche Bicerin Vincenzi, prodotto dal 1930 dalle Distillerie Vincenzi. Quando si parla di liquore al gianduiotto infatti bisogna citare anche lo storico Bicerin della famiglia Vincenzi, un prodotto globale, esportato in tutto il mondo. Disponbile in due versioni: quella più conosciuta, di liquore al gianduiotto e quella Bicerin White, il Bicerin bianco.
Questa settimana, il Bicerin Vincenzi è in tour per Torino: il mitico liquore torinese incontra la fantasia e la professionalità di quattro barman di altrettanti cocktail bar della città. Tra i migliori. Ai barman infatti è stato chiesto di preparare un cocktail inedito con il Bicerin (al gianduiotto o White) e di dargli un nome.
Si comincia mercoledì 22, dopo le 22.30, al Oneapple, il concept bar sotto l’Hotel Principi di Piemonte. Al Oneapple vi aspetta il Mole Noir! Si prosegue poi giovedì 23 all’Inside (zona Quadrilatero) e poi sabato 25 al Drink Easy (al fondo di via Maria Vittoria). Ultima tappa il 3 marzo al Gorilla (zona San Salavario). Per chi si accredita su The Tips, Free Tasting Drink in omaggio. 
The Tips, ovvero “i consigli”. The Tips (www.thetips.it) è una piattaforma che segnala i migliori eventi a Torino, divisi in categorie: aperitif, dinner, after dinner, nightlife, clubbing, special e culture. Ogni consiglio prevede la possibilità di usufruire di un benefit o di un vantaggio per chi ha scaricato l’app e si presenterà all’evento.

E stasera dalle ore 21 in poi,  per tutti coloro che hanno scaricato The Tips – l’applicazione che risponde alla domanda che cosa fare questa sera a Torino – verrà offerta una degustazione dello storico liquore Bicerin Vincenzi al cocktail bar OneApple in via Via Lovera di Maria 1, a poca distanza dal hotel Principi di Piemonte

 

Francesco Esposito

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here