Home Articoli HP Torino, il turismo cresce ancora: i dati dell’Osservatorio esaltano la città

Torino, il turismo cresce ancora: i dati dell’Osservatorio esaltano la città

161
SHARE
Torino, il turismo cresce ancora: i dati dell'Osservatorio esaltano la città
Torino, il turismo cresce ancora: i dati dell'Osservatorio esaltano la città

Torino, il turismo cresce ancora

A Torino, il turismo cresce ancora. Lo si può dedurre dai dati dell’Osservatorio sul turismo, che ha stilato un rapporto sui risultati della città della Mole.

La Camera di Commercio e Turismo Torino hanno reso noti i numeri del 2016, che mostrano la crescita del tasso di occupazione delle camere (+1,8%) e dei ricavi medi per camera (+2%). I turisti nel 93% dei casi, si sono ritenuti soddisfatti dei servizi offerti. Questo grazie a un personale competente e a strutture adeguate, che si sono moltiplicate in questi anni. Sono diventate innumerevoli le opportunità lavorative in questo settore, e le nuove attività sembrano non conoscere crisi.

Un dato importante riguarda le prenotazioni. Sono ormai sempre meno coloro che ricorrono alle agenzie specializzate, poiché il 66% dei turisti sceglie internet per organizzare la sua vacanza. Ed è proprio la rete a premiare Torino, con la crescita della reputazione online. Il capoluogo piemontese gode dell’apprezzamento dell’80,6 per cento dei visitatori.

La nostra città è vista come meta culturale, soprattutto per i suoi simboli storici e reali. Palazzo Madama, il centro storico e la Reggia di Venaria attirano sempre più persone, che giungono appositamente per apprezzare le bellezze storiche. Anche l’arte è fondamentale in questo ambito, grazie agli ottimi risultati dei numerosi musei sparsi sul nostro territorio. Su tutti, grandi successi per il Museo Egizio, la Gam, il Mao, il Museo dell’Automobile, Museo Nazionale del Cinema, Musei Reali e il Museo Civico d’Arte Antica.

Ultima nota sulla provenienza dei visitatori. Gli italiani costituiscono il 77% degli arrivi, con il maggior numero di partenze da Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Lazio e Toscana. Il restante 23% è composto da stranieri, che partono principalmente da Francia, Belgio, Gran Bretagna, Spagna e Stati Uniti.

Insomma, a Torino, il turismo cresce, anche se a ritmi meno consistenti rispetto agli ultimi precedenti. Un trend positivo che conferma la capacità attrattiva della città, che suscita curiosità anche oltre i confini nazionali.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here