Home Articoli HP Torino, il commercio in centro cambia volto: tantissimi i cambiamenti

Torino, il commercio in centro cambia volto: tantissimi i cambiamenti

276
SHARE
Torino, il commercio in centro si prepara a una rivoluzione A Torino, il commercio in centro cambia volto. Nei prossimi mesi si assisterà a un valzer delle attività, tra la chiusura di attività storiche e nuove aperture. Queste ultime riguarderanno principalmente i marchi low cost dell'abbigliamento e della ristorazione. Si parte da Replay, il negozio aperto in via Bruno Buozzi nel 1995. Un'attività a cui molti torinesi sono affezionati, che però traslocherà in un'altra città. Il titolare, infatti, non ritiene più conveniente nessun investimento a Torino. Saluterà anche la gastronomia Steffanone, che chiuderà a breve il suo punto di via Maria Vittoria. Non si sa ancora chi prenderà il posto di questi due simboli del commercio del centro cittadino. Per quanto riguarda Porta Nuova, dopo l'arrivo di Unieuro in via Sacchi, aprirà Decathlon in piazza Carlo Felice. Lo store di 1300 metri quadri sorgerà nell'ex Hotel Ligure. La banca americana Morgan & Stanley ha acquisito l'intero palazzo di via Roma 305, con la conseguente chiusura dei francesi di Promod. Da definire il destino del sottostante Bar Paradise. Guess cambia sede e si sposta in un altro punto di via Roma: al suo posto arriva Zara Uomo. Stesso discorso per Louis Vuitton, che andrà a occupare lo spazio di via Roma angolo piazza San Carlo, dove c'è Benetton. Sempre in tema di sostituzioni, l'ennesimo punto vendita Ketch andrà a prendere il posto di Paissa in piazza Cln. In questi giorni ci sarà l'inaugurazione del ristorante
Torino, il commercio in centro si prepara a una rivoluzione A Torino, il commercio in centro cambia volto. Nei prossimi mesi si assisterà a un valzer delle attività, tra la chiusura di attività storiche e nuove aperture. Queste ultime riguarderanno principalmente i marchi low cost dell'abbigliamento e della ristorazione. Si parte da Replay, il negozio aperto in via Bruno Buozzi nel 1995. Un'attività a cui molti torinesi sono affezionati, che però traslocherà in un'altra città. Il titolare, infatti, non ritiene più conveniente nessun investimento a Torino. Saluterà anche la gastronomia Steffanone, che chiuderà a breve il suo punto di via Maria Vittoria. Non si sa ancora chi prenderà il posto di questi due simboli del commercio del centro cittadino. Per quanto riguarda Porta Nuova, dopo l'arrivo di Unieuro in via Sacchi, aprirà Decathlon in piazza Carlo Felice. Lo store di 1300 metri quadri sorgerà nell'ex Hotel Ligure. La banca americana Morgan & Stanley ha acquisito l'intero palazzo di via Roma 305, con la conseguente chiusura dei francesi di Promod. Da definire il destino del sottostante Bar Paradise. Guess cambia sede e si sposta in un altro punto di via Roma: al suo posto arriva Zara Uomo. Stesso discorso per Louis Vuitton, che andrà a occupare lo spazio di via Roma angolo piazza San Carlo, dove c'è Benetton. Sempre in tema di sostituzioni, l'ennesimo punto vendita Ketch andrà a prendere il posto di Paissa in piazza Cln. In questi giorni ci sarà l'inaugurazione del ristorante "Carignano" dell'Hotel Sitea, in via Carlo Alberto. In piazza Cln è stata avviata anche Casa Marchetti, con una gelateria al primo piano e uno spazio incontri al piano terra. Dunque, a Torino, il commercio in centro cambia volto. Una piccola rivoluzione che farà molto discutere, con i nostalgici delle attività storiche che non apprezzano questi movimenti.

Torino, il commercio in centro si prepara a una rivoluzione

A Torino, il commercio in centro cambia volto. Nei prossimi mesi si assisterà a un valzer delle attività, tra la chiusura di attività storiche e nuove aperture. Queste ultime riguarderanno principalmente i marchi low cost dell’abbigliamento e della ristorazione.

Si parte da Replay, il negozio aperto in via Bruno Buozzi nel 1995. Un’attività a cui molti torinesi sono affezionati, che però traslocherà in un’altra città. Il titolare, infatti, non ritiene più conveniente nessun investimento a Torino. Saluterà anche la gastronomia Steffanone, che chiuderà a breve il suo punto di via Maria Vittoria. Non si sa ancora chi prenderà il posto di questi due simboli del commercio del centro cittadino.

Per quanto riguarda Porta Nuova, dopo l’arrivo di Unieuro in via Sacchi, aprirà Decathlon in piazza Carlo Felice. Lo store di 1300 metri quadri sorgerà nell’ex Hotel Ligure.

La banca americana Morgan & Stanley ha acquisito l’intero palazzo di via Roma 305, con la conseguente chiusura dei francesi di Promod. Da definire il destino del sottostante Bar Paradise.
Guess cambia sede e si sposta in un altro punto di via Roma: al suo posto arriva Zara Uomo.

Stesso discorso per Louis Vuitton, che andrà a occupare lo spazio di via Roma angolo piazza San Carlo, dove c’è Benetton. Sempre in tema di sostituzioni, l’ennesimo punto vendita Ketch andrà a prendere il posto di Paissa in piazza Cln.

In questi giorni ci sarà l’inaugurazione del ristorante “Carignano” dell’Hotel Sitea, in via Carlo Alberto. In piazza Cln è stata avviata anche Casa Marchetti, con una gelateria al primo piano e uno spazio incontri al piano terra.

Correlato:  I monumenti di Torino: tutti da scoprire

Dunque, a Torino, il commercio in centro cambia volto. Una piccola rivoluzione che farà molto discutere, con i nostalgici delle attività storiche che non apprezzano questi movimenti.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here