Home Ambiente Le secche e le piene trasformano il Po in un fiume tropicale

Le secche e le piene trasformano il Po in un fiume tropicale

84
SHARE

La trasformazione del Po in un fiume tropicale

Le secche e le piene imprevedibili stanno lentamente trasformando il Po in un fiume tropicale. L’allarme proviene dai ricercatori di Ecologia dell’Università di Torino, che stanno analizzando i cambiamenti del fiume.

Sono numerose le cause di quello che è un vero e proprio disastro ecologico. Un danno che però non riguarda solo il Po: anche altri corsi alpini sono minacciati. Su tutti, il Pellice e il Varaita.

I fiumi piemontesi hanno perso il loro flusso costante, e viaggiano a intermittenza. Una prova di ciò la si vede sul Po. Quando ci si affaccia dai Murazzi, non si capisce in che verso viaggia il fiume. Le secche e le piene, inoltre, uccidono la biodiversità. Tutto ciò nega all’acqua la possibilità di autodepurarsi.

Per porre rimedio alla situazione, l’Università di Torino e l’Università del Piemonte Orientale hanno preso parte al progetto “No Acqua” dell’Università di Parma. Lo scopo è quello di capire cosa sta succedendo ai fiumi, a causa dei cambiamenti climatici.

Le prime conseguenze individuate riguardano la vita sott’acqua. Alghe, insetti e crostacei non si sono evoluti e non riescono a resistere alle secche. Perciò, con sonde sul letto del fiume e altri strumenti si cercherà di far sopravvivere le specie che muoiono quando interi tratti di fiume vanno in secca.

Dunque, si dovrà evitare che la metamorfosi del Po in un fiume tropicale. Il problema del Myriophyllum (l’alga amazzonica che aveva invaso il Po) sembra un lontano e leggero ricordo, rispetto a ciò che sta accadendo ora.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here