Home Articoli HP Turn’n’Smile : lo spazzolino con dentifricio, conquisterà il mondo.

Turn’n’Smile : lo spazzolino con dentifricio, conquisterà il mondo.

5
SHARE
Turn'n'Smile : lo spazzolino con dentifricio, conquisterà il mondo.

Turn’n’Smile è la nuova frontiera nel campo dell’igiene orale e, come i migliori sorrisi del mondo, viene da Torino.

16 studenti della 4B dell’Istituto tecnico “Ettore Majorana” di Torino, nell’ambito di un progetto per l’alternanza scuola – lavoro, hanno messo in piedi un progetto degno delle migliori invenzioni e dei migliori inventori del secolo scorso, hanno inventato lo spazzolino “ Turn’n’Smile “.

 

Turn'n'Smile : lo spazzolino con dentifricio, conquisterà il mondo.

 

Per quelli che stanno pensando che non c’è niente di nuovo in ballo, il consiglio è quello di accomodarsi e leggere la spiegazione: il funzionamento ricorda quello di un normale rossetto da donna.

Sul fondo dello spazzolino è situata una rotellina che, girando, va a depositare il dentifricio direttamente sulle setole e permette a chi non è a casa di prendersi cura del proprio sorriso anche a scuola, a lavoro o in viaggio.

Molto di più di uno spazzolino portatile, in quanto Turn’n’Smile unisce lo spazzolino al dentifricio in un unico corpo ed esiste già un progetto che lo farà diventare “Uno e Trino”, unendo anche il colluttorio, migliorando ancora di più un progetto già innovativo nella sua semplicità.

I ragazzi, non ancora maggiorenni, hanno collaborato dividendosi i compiti come in una grande azienda, ognuno con le sue responsabilità e le sue competenze e, grazie alla collaborazione di 2i3T (incubatrice delle idee innovative dell’Università di Torino), sono riusciti a dare una forma alla propria idea.

 

Turn'n'Smile : lo spazzolino con dentifricio, conquisterà il mondo.

 

Turn’n’Smile sta facendo parlare così tanto di sé da essere stato notato persino da IperCoop che ha dato la sua piena disponibilità a mettere a disposizione i propri scaffali in un punto vendita torinese se e quando il prototipo sarà prodotto su larga scala. Già, se e quando, perché il brevetto ha un costo che si aggira attorno ai 3 mila euro, cifra che la scuola ammette di non avere a disposizione.

Nel frattempo, l’istituto si è messo in contatto con esperti del campo ed industriali del territorio per effettuare uno studio di fattibilità e verificare la possibilità di portare Turn’n’Smile nelle case degli italiani, il che sarebbe un evento unico nel suo genere.

Intanto, quest’anno gli studenti della 4B diventeranno maggiorenni e, chissà, potrebbero diventare giovanissimi imprenditori di successo grazie alla loro invenzione, in barba a chi si ostina a dire la qualunque sui millennials.

 

Francesco Esposito

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here