Home Innovazione Tc Revolution: a Torino arriva la super TAC

Tc Revolution: a Torino arriva la super TAC

2
SHARE
Tc Revolution: a Torino arriva la super TAC

Si chiama Tc Revolution ed è il top di gamma dei macchinari per effettuare le TAC.

Si tratta di uno strumento ipertecnologico in grado di accorciare di molto la durata dell’esame e, di conseguenza, diminuire l’esposizione alla radiazione dannose per l’organismo umano. Tc Revolution è stata installata all’ ospedale Molinette di Torino ed è l’unica nel suo genere in Italia a disposizione in una struttura pubblica (ne esiste un’altra a Milano, ma è situata in una clinica privata).

Con un investimento pari a circa 1,5 milioni di euro, di cui 1,2 milioni stanziati dalla Compagnia di Sanpaolo e 300 mila dall’ospedale, da oggi, la medicina diagnostica ha compiuto un enorme passo avanti. Infatti, la super tac è in grado di esaminare un organo in soli 0,28 secondi con la massima precisione, eliminando i problemi dovuti al movimento del paziente o degli organi stessi che spesso sono causa di problemi nell’effettuazione dell’esame.

Inoltre, le radiazioni a cui sono esposti i soggetti diminuiscono del 90% e, proprio grazie all’accuratezza ed al minimo impatto radioattivo, il direttore della Radiologia Universitaria Giovanni Gandini ha comunicato che ci sarà la possibilità di mettere il macchinario a disposizione del Museo Egizio di Torino per lo studio delle mummie conservate a Torino e che nascondono ancora segreti inspoegabili ed indecifrabili.

 

 

Tc Revolution: a Torino arriva la super TAC

 

Alla presentazione erano presenti il presidente della Regione Piemonte, il direttore generale della Città della Salute ed il presidente della Compagnia di Sanpaolo, entusiasti delle possibilità che offre la super Tac torinese.

Tc Revolution, con le sue caratteristiche avveniristiche e fantascientifiche, promette di portare grandi risultati in campo medico, ma anche in quello storico – culturale, contribuendo a dare risposta alle importanti domande dei pazienti e degli storici.

Correlato:  A Torino nasce l'elettrocardiografo da polso grazie al Politecnico

A dimostrazione che la Sanità italiana ha molti più esempi di virtuosismo e di eccellenza di quanti sentiamo raccontare ogni giorno.

 

Francesco Esposito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here