Home Cinema “Fool of Life”, i clown visti dal regista torinese Tommaso Magnano

“Fool of Life”, i clown visti dal regista torinese Tommaso Magnano

16
SHARE

Il clown è una delle figure ricorrenti della cinematografia italiana e internazionale, declinato in diverse sfumature.

Dal naso rosso e benevolo di Patch Adams interpretato dal compianto Robin William al lato oscuro del pagliaccio protagonista di “It”, passando per i saltimbanchi di Fellini ne “La strada”, i clown hanno sempre scatenato sentimenti contrastanti nello spettatore.

C’è chi li ama e chi li odia, e c’è chi decide di dedicare loro un documentario, come è successo al regista torinese Tommaso Magnano con “Fool of Life”.

Girato nel 2014, “Fool of Life” racconta il variegato mondo della clownerie attraverso le testimonianze dirette dei più grandi personaggi del mondo clown, storie di vita reale sospese fra arte, comicità ed animo rivoluzionario.

Nel docu – film, ampio spazio viene dato al tema della libertà, rappresentato dall’ esperienza del personaggio di Claudia Cantone, che da poliziotta diventa clown sulle orme dei maestri del movimento Nouveau Clown.

Accanto al percorso liberatorio di Claudia e alla sua ricerca, Magnano ci mostra anche cosa vuol dire essere un clown, cosa si nasconde dietro ad una performance, quanto sacrificio e forza di volontà occorra per intraprendere questa insolita carriera.

"Fool of Life", i clown visti dal regista torinese Tommaso Magnano

Ma sentiamo le impressioni del regista.

 “Prima di iniziare questo progetto non conoscevo la clownerie e i suoi interpreti: ma a poco a poco ho imparato a conoscerli e, con il proseguire della ricerca, spinto dalla passione e dalla curiosità sono stato affascinato da questo modo parallelo di vivere.Questo è ciò che vorrei trasmettere allo spettatore, più da un punto di vista emozionale che narrativo, al fine di prendere in considerazione la figura del clown da una prospettiva completamente diversa.

L’intento è quello di scoprire personaggi e situazioni che, nonostante si esibiscano in tutto il mondo, in realtà sembrano sconosciuti alla maggioranza. Artisti che per natura sono indipendenti, irrispettosi e irrequieti nei confronti dell’autorità, dello show-business e dell’ industria culturale. Da qui inizia il viaggio attraverso l’Europa di oggi alla ricerca di questo vero e proprio modo di intendere la vita, l’arte e la libertà, al fine di scoprire gli universi paralleli che i grandi Buffoni(Fools) del mondo sono stati in grado di costruire negli anfratti della società , come bastioni contro la dittatura portata dal conformismo.”

Clicca qui per andare alla pagina del documentario con tutte le info e la possibilità di noleggiare o scaricare il film completo: la durata è di 52 minuti, i sottotitoli del trailer e la trama sono in inglese, ma la versione completa è disponibile anche in italiano e spagnolo

 

Federica De Benedictis

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here