Home Ambiente Le rive del Po sono la meta preferita delle gru grazie al...

Le rive del Po sono la meta preferita delle gru grazie al cibo abbondante

65
SHARE
Le rive del Po sono la meta preferita delle gru grazie al cibo abbondante
Le rive del Po sono la meta preferita delle gru grazie al cibo abbondante

Le rive del Po si riempiono sempre di più di gru.

Nel periodo che va da dicembre a gennaio, questi particolari volatili si dirigono verso il fiume che ha origine in Piemonte, e lo fanno per un motivo ben preciso: l’abbondanza di cibo.

Le gru, infatti, riescono a trovare una gran quantità di granaglie, che vengono rilasciate con la trebbiatura.

La Pianura Padana è la meta ideale per fare il rifornimento di provviste, che rimangono sulle rive del fiume fino all’arrivo di questi splendidi animali.

In genere, si possono contare tra le 1000 e le 1500 gru nei tratti di riva del fiume, con particolari addensamenti nei pomeriggi invernali. La permanenza delle gru dura fino a fine gennaio: dunque, tutti coloro che hanno la curiosità di ammirare questi volatili dai colori affascinanti e dalle dimensioni quasi umane (sono alti circa un metro e trenta) possono recarsi a Caselle, che è il punto scelto dalle gru per planare.

Il loro atterraggio è visibile, anche se con qualche difficoltà: gli uccelli, nonostante la nebbia e la scarsa luce del tardo pomeriggio, riescono a farsi vedere grazie alla loro apertura alare di circa due metri, e atterrano emettendo uno strano grido. Qui, dalle 5 del pomeriggio fino in serata, le gru stazionano per nutrirsi.

Uno spettacolo della natura visibile da ormai tre anni, sempre nello stesso periodo. Uno spettacolo che, però, non durerà ancora a lungo. Il surriscaldamento globale e i cambiamenti delle tecniche di coltivazione stanno mettendo in difficoltà le gru, che riescono a trovare sempre meno cibo.

Per questo, nel giro di poco tempo, questi animali potrebbero scegliere un’altra destinazione, come il Nord Africa.

Correlato:  L'Atlante dei Giardini del Piemonte: parchi, boschi e giardini

Per ora, le rive del Po si coccolano questo spettacolo, anche se non è destinato a durare a lungo. Il Piemonte si è dimostrato attraente non solo per il turismo, ma anche per gli animali in migrazione.

 

 

foto http://ilpiccolo.gelocal.it/

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here