Home Articoli HP Multe, novembre e dicembre mesi da record a Torino per le sanzioni

Multe, novembre e dicembre mesi da record a Torino per le sanzioni

50
SHARE
Multe, novembre e dicembre mesi da record a Torino per le sanzioni
Multe, novembre e dicembre mesi da record a Torino per le sanzioni

I mesi di novembre e dicembre hanno fatto registrare dei numeri da capogiro per quanto riguarda le multe e le sanzioni a Torino

Gli automobilisti torinesi stanno testando sulla propria pelle la politica di lotta alla sosta selvaggia e ai comportamenti considerati “incivili” al volante, come il mancato allacciamento della cintura di sicurezza e l’uso del cellulare.

I dati che provengono dai vari quartieri di Torino mostrano un aumento esponenziale delle sanzioni nel centro cittadino, con un dicembre che segna un +29% di contravvenzioni erogate rispetto allo stesso mese del 2015. Una percentuale altissima, dovuta al traffico e al caos scaturiti dalla ricerca dei regali per le festività natalizie. Non è andata di certo meglio a novembre, con un netto +32% rispetto all’anno precedente.

Trend in aumento anche nei quartieri Parella – San Donato – Campidoglio, Valdocco – Madonna del Pilone e Borgo Po – San Salvario. In controtendenza Mirafiori Sud e Santa Rita, che hanno fatto registrare consistenti diminuzioni rispetto allo stesso periodo 2015.

Una vera e propria battaglia, portata avanti dalla sindaca Appendino per indurre i torinesi a parcheggiare senza infrangere le norme.

Le multe frutteranno alle casse del Comune ben 7 milioni di euro: un guadagno che fa infuriare gli automobilisti, che accusano la Giunta di voler speculare sulle contravvenzioni.

Le iniziative di Palazzo Civico, però, non finiscono qui: sono in arrivo, da quest’anno, multe salatissime per coloro che non raccolgono gli escrementi dei propri cani e per i commercianti abusivi.

Una lotta per la civilizzazione, che costerà alla Giunta Appendino diverse accuse, ma che non sarà abbandonata fin quando non si vedranno miglioramenti nei costumi e nelle abitudini dei cittadini.

Correlato:  Caselle, l'Inghilterra supera la Germania tra i Paesi esteri raggiunti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here