Home Articoli HP Musei, Torino prima città in Italia per aumento di visitatori

Musei, Torino prima città in Italia per aumento di visitatori

246
SHARE
nel Gran Parterre dei Giardini della Reggia di Venaria.

I musei di Torino hanno stracciato ogni record nel 2016.

Tirando le somme, dai dati disponibili sull’anno appena concluso emerge che i musei della città della Mole è la prima in Italia per la crescita di visitatori. Un risultato di cui andare fieri, soprattutto se si pensa che i Musei Reali si sono messi alle spalle concorrenti ben più noti: la Galleria Sabauda, il Museo di Antichità, Palazzo, Armeria e Biblioteca Reale (che costituiscono il percorso dei Musei Reali) hanno accolto 314mila turisti, 3mila in più rispetto alla Pinacoteca di Brera.

Il distacco si amplia se si aggiungono anche i visitatori di Palazzo Chiablese, che porta a quota 470mila gli ingressi del 2016. Siamo all’apice del successo? Niente affatto: quest’anno, dopo 20 anni di lavori di restauro (dovuti all’incendio del 1997), riaprirà la Cappella della Sindone: un elemento in più per migliorare i risultati e per stupire ancora.

Non ci sono, però, solo i musei a dare lustro a Torino. Il vero fiore all’occhiello di questa annata è la Reggia di Venaria, che ha fatto registrare record mai toccati finora. Più di un milione di persone si è recata alla Reggia, con la struttura di Venaria che si è piazzato al quinto posto a livello nazionale per numero di biglietti staccati. Le uniche attrazioni che hanno saputo fare di meglio in termini di ingressi sono il Colosseo (6,5 milioni), gli scavi di Pompei (3 milioni 200mila), le Gallerie degli Uffizi e dell’Accademia di Firenze (2 milioni) e Castel Sant’Angelo (1 milione 200mila). All’ottavo posto si è invece piazzato un altro simbolo culturale di Torino: il Museo Egizio, che ha aperto i suoi cancelli a più di 850mila persone.

Piccola nota a margine: la crescita della Reggia di Venaria (del 71% rispetto al 2015) ha praticamente reso vano il confronto con la Reggia di Caserta, staccata di circa 140mila visitatori.

Numeri da capogiro, che innalzano Torino e il Piemonte al livello di regioni storicamente più attrezzate dal punto di vista culturale e turistico come il Lazio, la Campania e la Toscana. Per coloro che hanno ancora dubbi sulle grandi potenzialità e sui risultati del capoluogo piemontese in questo settore, sono arrivati altri dati chiari sulla crescita esponenziale del nostro territorio.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here