Home Articoli HP Addio a Claudio Gorlier, illustre americanista

Addio a Claudio Gorlier, illustre americanista

9
SHARE

È scomparso nella sua casa torinese, Claudio Gorlier, il professore che aveva ispirato a Carlo Fruttero e a Franco Lucentini l’americanista Bonetto, tra i personaggi de La donna della domenica.  Deceduto per le complicanze di una caduta, aveva 90 anni ed è stato un punto di riferimento nel campo della letteratura anglo-americana. Sarà cremato lunedì prossimo al Cimitero Monumentale di Torino.

cover16

Nato a Perosa Argentina nel 1926, fu il primo a vincere una cattedra di letteratura americana in Italia. Insegnò a Venezia e a Milano, quindi approdando nella sua sede naturale, sotto la Mole.

“E’ stato un pioniere – ricorda l’amico e collega Paolo Bertinetti, professore emerito all’Università di Torino – perché ha inaugurato in Italia gli studi sulle letterature post-coloniali”.

Tra le passioni di Claudio Gorlier, il giornalismo. Subito dopo la guerra, come caposervizio Interni all’Unità, edizione torinese. In seguito collaboratore di Gazzetta del Popolo, La Stampa e Corriere della Sera.

Ha lavorato  anche come traduttore e consulente di case editrici (Rizzoli e Bompiani), favorendo per esempio la pubblicazione per la prima volta in Italia di autori quali Philip Roth e Gore Vidal.

Tra i suoi libri: L’universo domestico. Studi sulla cultura e la società della Nuova Inghilterra nel secolo XIX e Storia dei negri degli Stati Uniti d’America.

Commenti

Correlato:  Rocca del Borgo Medievale: chiusa fino al 18 marzo salvo aperture straordinarie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here