Divieto fuochi d’artificio a Capodanno: la sindaca ha detto no!

Divieto fuochi d’artificio a Capodanno: la sindaca ha detto no!

1
SHARE
Divieto fuochi d'artificio a Capodanno: la sindaca ha detto no!
Divieto fuochi d'artificio a Capodanno: la sindaca ha detto no!

Su Twitter la sindaca Appendino ha espresso il suo pensiero sui botti di Capodanno: è contraria. E voi, da che parte state?

Botti sì – botti no: l’eterno dilemma. Da cinque anni a questa parte Torino si è schierata con il no ma si sa, i furbetti ci sono sempre e gli incidenti capitano ogni anno a Capodanno. Anche quest’anno però si è rinnovato il divieto: la sindaca Appendino ha lanciato su Twitter un messaggio forte: “I botti sono pericolosi per gli uomini, l’ambiente e gli animali e sono vietati a Torino, ricordiamocelo”.

Così è nata la campagna di sensibilizzazione I botti terrorizzano gli animali: aiutali a sentirsi al sicuro: lanciata dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Ordine dei Medici Veterinari della provincia di Torino, vuole richiamare l’attenzione, sulla pericolosità di petardi, mortaretti, fuochi d’artificio e altro materiale pirotecnico, ai danni degli animali.

I botti e i fuochi artificiali, anche se graditi a molte persone, possono spaventare gli animali, a volte con gravi conseguenze. È importante rivolgersi al proprio veterinario che saprà indicare le soluzioni più adeguate da adottare per affrontare questi problemi in caso di paura o panico dei nostri amici pelosi. Per saperne di più vi consiglio di cliccare qui giusto per essere preparati alla notte più attesa dell’anno.

Torino come Roma, Genova, Jesolo, Cagliari e Campobasso e oltre 1000 comuni italiani che hanno aderito alla campagna contro i botti. La AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) si aspetta altre 1000 adesioni, per un totale di 2000 comuni italiani aderenti all’iniziativa.

Noi lo speriamo perché non vogliamo sentire al telegiornale, il 1° dell’anno, notizie brutte su bambini e animali feriti da botti inesplosi.

E voi siete d’accordo?

Carmen Terrazzino

LEAVE A REPLY