Un asteroide dedicato a Michele Ferrero

Un asteroide dedicato a Michele Ferrero

0
SHARE
Un asteroide dedicato a Michele Ferrero
Un asteroide dedicato a Michele Ferrero

Molte persone sperano che, quando non ci saranno più, il loro nome venga ricordato. Capita di sognare ad occhi aperti epigrafi che celebrino le nostre gesta, vie e piazze a noi dedicate; magari una statua che, incisa nella fredda pietra, ci rappresenti per l’eternità. Ma pochi, probabilmente, hanno mai pensato di trasmettere il nome ad un corpo celeste.

E’ quanto accaduto con l’asteroide Micheleferrero.

In verità l’imprenditore Michele Ferrero si è già assicurato in vita l’immortalità del proprio nome: non credo esista una persona che non abbia mai sentito parlare della sua impresa dolciaria, ne qualcuno che non abbia mai assaggiato uno dei suoi prodotti.

Il papà della Nutella (ma anche dei Rocher, dei Mon Cherì, dell’uovo Kinder, etc etc etc) si è spento in tempi recenti, il 14 Febbraio 2015. Una vita intensa la sua, che l’ha portato ad essere eletto cavaliere del lavoro nel 1971 e a racimolare un patrimonio tale da essere indicato dalla rivista Forbes come l’uomo più ricco d’Italia nel 2014.

L’asteroide è stato scoperto nel 1981 dall’astronomo belga Henri Debehogne ed è stato allora battezzato come il pianetino 8454. Si tratta di un corpo di forma ellittica con un diametro di dodici chilometri circa, che orbita nello spazio tra Marte e Giove.

Su proposta dell’astronomo Mario Di Martino e del giornalista Piero Bianucci, l’Unione Astronomica Internazionale (l’unico organismo che ha potere su decisioni di questo tipo) ha deciso rendere omaggio alla memoria dell’imprenditore scomparso ribattezzando 8454 col suo nome.

Così Micheleferrero solca ora lo spazio profondo, andando a fare compagnia ad altri tre corpi celesti già battezzati con nomi legati al territorio piemontese: Primolevi, Beppefenoglio e Alba.

Correlato:  GTT rinnova il numero per gli SMS in fermata!

Uno strano riconoscimento per celebrare il grande imprenditore, i settant’anni dalla nascita della Ferrero e i vent’anni della fondazione che porta il suo nome.

 

Daniele De stefano

LEAVE A REPLY