Home Articoli HP Turismo spaziale, la Altec avvia i progetti per i voli dal 2020

Turismo spaziale, la Altec avvia i progetti per i voli dal 2020

0
SHARE
Spazio NASA di Wallops Island Torino Alenia
Spazio NASA di Wallops Island Torino Alenia

Il turismo spaziale si sta notevolmente espandendo, grazie alle nuove tecnologie che stanno portando l’uomo a pensare di regalarsi un viaggio lontano dalla Terra. Un’idea inverosimile fino a qualche anno fa, e che ora è realizzabile.

In questa innovazione c’è il contributo, in piccola parte, di Torino. Infatti, l’azienda che avvierà i progetti per creare delle basi per la partenza delle navette sarà la partecipata Altec, composta da Asi e da Thales, che ha sede proprio nel capoluogo piemontese.

L’obiettivo di Altec, che collaborerà con la compagnia statunitense Virgin Galactic, è quello di portare un “gate” in Italia entro tre anni, con tre regioni indicate per questa funzione: Veneto, Puglia o Sardegna. In Veneto non è stato ancora individuato un punto ideale, mentre in Sardegna la località prescelta sarebbe Decimomannu (provincia di Cagliari); in Puglia si guarderebbe alla provincia di Taranto, precisamente a Grottaglie.

Non sarà costruita dunque una base ex novo, ma si punterà su aeroporti militari già esistenti, che verranno selezionati valutando la lunghezza delle piste.

Dalle basi partiranno il White Knight, che sarà l’aereo principale, e la SpaceShipTwo, che sarà legata al primo velivolo e che avrà a bordo sei turisti e due membri dell’equipaggio. Il viaggio sarà breve e sarà strutturato in questo modo: lo SpaceShipTwo sarà sganciato a 16mila metri da terra, supererà la “linea di Karman” (il confine convenzionale con lo spazio, situato a 100 chilometri di altezza). Il veicolo, privo di booster iniziale, non potrà entrare in orbita intorno alla Terra e tornerà indietro (ricadendo con un atterraggio controllato) nell’atmosfera.

Una novità, questa del turismo spaziale, che porterà anche benefici all’economia del Paese, con i pezzi delle navette che verranno prodotti in Italia. Sarà una grande occasione anche per la crescita del turismo locale: basti pensare che per un viaggio spaziale, che ha il costo di 250mila dollari, molti sono già disposti a mettere mano al portafoglio. I voli organizzati dalla Virgin Galactic per il 2017 hanno già fatto registrare il tutto esaurito: chissà che, anche in Italia, non possa accadere la stessa cosa.

Correlato:  Il Parlamento Subalpino è aperto al pubblico per una settimana

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here