Home Articoli HP Torino: street art alla Falchera per riqualificare la periferia

Torino: street art alla Falchera per riqualificare la periferia

0
SHARE
Torino: street art alla Falchera per riqualificare la periferia [fonte: Artribune]
Torino: street art alla Falchera per riqualificare la periferia [fonte: Artribune]

Dopo Barriera di Milano la street art approda a Falchera; zona periferica a nord di Torino. Nello specifico si parla di un progetto di riqualificazione urbana, e per iniziare un murales dello street artist nostrano Xel.

La città non è formata solo dal Centro bensì anche dalle periferie. E dopo anni di abbandono oggi anche loro, le periferie, si prendono la rivincita, prima di tutto culturale. Processo non immediato, ma l’importante come sempre è iniziare, e anche Falchera finalmente in questo ha iniziato la sua corsa.

A dare l’input oggi è il progetto “Outskirt stories-Storie di periferia” ideato dallo street artist Alessandro Ussia, in arte Xel. All’opera murale di via degli Ulivi elaborata questa estate ne seguiranno altre due su due differenti facciate di via delle Querce. L’idea però è stata anche un invito da parte del Presidente dello Sportello del Malato, Aurelio Albanese, che, in quanto abitante, puntava alla riqualificazione artistica della zona.

Il progetto non è ovviamente fine a se stesso e in quanto sviluppato in una comunità cittadina punta alla condivisione e all’integrazione di tutti i suoi abitanti. Questo a partire dai giovani, ragazzi e dalle ragazze delle scuole di zona con i futuri laboratori didattici.

A curare il tutto è il MAU, Museo d’Arte Urbana, con l’aiuto del Comune di Torino; aiuto che arriva solo in forma morale. Tengono però a sottolineare in Sala Rossa, in particolare l’assessore alla cultura Francesca Leon, l’importanza del progetto: “non solo per il suo indiscusso valore artistico e sociale ma anche per la sua totale coerenza con gli orientamenti e gli obiettivi che la Città di Torino intende realizzare in relazione alle politiche culturali rivolte a rigenerare i territori che presentano maggiori difficoltà”.

Correlato:  Panoramica sul mercato immobiliare torinese

@Damiano Grilli

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here