Home Articoli HP Palazzo Madama, la proprietà passa al Comune di Torino

Palazzo Madama, la proprietà passa al Comune di Torino

46
SHARE
Il giardino di Palazzo Madama torna a fiorire

Adesso è arrivata anche l’ufficialità: Palazzo Madama non è più patrimonio del Demanio dello Stato, e passa al Comune di Torino.

Le firme sul documento che formalizza questa decisione sono state apposte dalla sindaca, Chiara Appendino, e dal direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi. 

L’ufficializzazione era ormai nell’aria, poiché bisognava mettere nero su bianco un precedente accordo tra Palazzo Civico, il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo e l’Agenzia del Demanio, che sono convenuti sul fatto che Palazzo Madama debba essere gestito dall’amministrazione comunale locale.

La Giunta Appendino, così come le successive, dovrà farsi carico delle opere di ristrutturazione di Palazzo Madama: occorrerà apportare delle migliorie e stringere il legame con i Musei Reali.

I firmatari sembrano molto soddisfatti: per la sindaca si tratta di un’opportunità per rendere ancora più attraente e accessibile il Palazzo, perché non c’è soggetto migliore del Comune per esprimere al massimo tutte le potenzialità di questo patrimonio del nostro territorio. Va ricordato, inoltre, che Palazzo Madama è uno degli elementi storici e architettonici maggiormente visitati della nostra città: all’impegno per restaurare l’edificio, dunque, si potrà anche accompagnare la possibilità di sfruttare tutti i vantaggi e i guadagni derivanti dal turismo.

Ci si trova di fronte a un passaggio epocale della storia di Palazzo Madama, che diventa così interamente torinese.

Una notizia che farà discutere molto, ma che farà felici anche molti cittadini.

Commenti

Correlato:  Torino Outlet Village, il concerto del quartetto "Posa in Opera" animerà la sera di domani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here