Il “Bagna Cauda Day 2016” il Piemonte presenta il suo simbolo

Il “Bagna Cauda Day 2016” il Piemonte presenta il suo simbolo

1
SHARE
Il “Bagna Cauda Day 2016” il Piemonte presenta il suo simbolo
Il “Bagna Cauda Day 2016” il Piemonte presenta il suo simbolo

La bagna cauda è uno dei principali, se non il principale, simbolo culinario di Torino e del Piemonte in generale. Dal 25 al 27 novembre è di scena la manifestazione che, ancora una volta, lo presenterà al mondo.

La cosa interessante è che questa manifestazione non è limitata ai soli confini della nostra regione, ma al mondo intero. Si perché oltre che nei posti principali, ovvero cantine storiche e ristoranti delle Langhe, del Monferrato e del Roero, e ovviamente a Torino e provincia, si potrà gustare la famosa salsa anche a New York, Berlino o, addirittura, a Tonga nel Pacifico, solo per citare alcuni luoghi. Ovunque insomma.

Interessante anche il fatto che, nonostante la grandezza dell’evento, il programma è fisso in ogni luogo: 25 euro il costo fisso in ogni locale, comprensivo anche di dolce e caffè. Inoltre ogni bagna cauda avrà il suo tovagliolone d’auto in tessuto, quest’anno firmato da Antonio Guarene con lo slogan “Siamo tutti nella bagna”.

Il “Bagna Cauda Day 2016” il Piemonte presenta il suo simbolo

Nei 130 ristoranti che aderiscono alla manifestazione, per un totale di 10.000 posti a sedere complessivi, sarà possibile la ricetta che più aggrada: quella tradizionale “Come Dio comanda”, eretica (con aglio stemperato) e atea (senz’aglio).

Per informazioni ulteriori è presente il sito ufficiale della manifestazione dove potrete trovare tutto ciò che vi serve: http://www.bagnacaudaday.it/joomla/.

Da segnalare, infine, le tante iniziative collaterali: in piazza Medici, sotto la torre Troyana e con la Camera di commercio, sarà allestito il «Bagna cauda market», dove acquistare tutto il necessario per la ricetta «fai da te». Nella stessa piazza, ci sarà anche lo storico ballo a palchetto: ribattezzato «Bagna a palchetto», ospiterà i produttori di Vermouth dell’Unione industriale per un aperitivo in stile sabaudo che sarà servito anche in cima alla Torre Troyana.

Correlato:  Energie rinnovabili e alimentazione sostenibile: insieme si può

 

Luca Margaglione

 

(SEGUITECI SU FACEBOOK!)

LEAVE A REPLY