Home Cronaca di Torino 12 novembre: i vigili urbani di Torino compiono 227 anni

12 novembre: i vigili urbani di Torino compiono 227 anni

1112
SHARE
12 novembre: i vigili urbani di Torino compiono 225 anni
12 novembre: i vigili urbani di Torino compiono 225 anni
Tempo di lettura: 1 minuto

Risale al 12 novembre 1791 la fondazione del Corpo dei Vigili Urbani.

In tale data Vittorio Amedeo III considerò opportuno riorganizzare il servizio di polizia, politica e sicurezza, sciogliere le Guardie del Vicariato e fondare il Corpo delle Guardie Civiche (da cui l’appellativo Civich).

Da tale innovazione sorge un apparato della pubblica sicurezza che, pur essendo sovente sulla bocca dei più per i verbali tanto salati quanto antipatici, rimane in grado di interfacciarsi con l’utenza efficacemente e con la consapevolezza propria di chi è in grado di confrontarsi con i tempi che corrono.

A loro, oltre ai numerosi interventi, spetterà il compito di conferire agli agenti distintisi durante il serviziouna riconoscenza al merito, ponendo in risalto la necessità di far sì che siapossibile continuare a crederene  i Vigili Urbani che quotidianamente si impegnano a garantire la maggior sicurezza possibile sulle nostre strade onorando, in questo modo, la divisa che indossano.

Una celebrazione in onore anche della trasparenza e della capacità dei “Civich” di confrontarsi con l’utenza cittadina facendo fronte a tutte le problematiche a cui, nel limite delle possibilità e dell’ attribuzione di competenza, si possa porre rimedio.

Come si potrebbe, infine, definire meglio l’ impegno dei nostri vigili urbani se non con le parole dell’ oramai ex sindaco di Torino Pierluigi Fassino in occasione della medesima ricorrenza risalente a ben 5 anni fa’: “La sicurezza è una normale esigenza di vita quotidiana che si cerca di dare grazie alla passione lavorativa e alla dedizione del nostro beneamato Corpo dei Vigili Urbani.”

Correlato:  MeteoTorino: inizia una settimana calda, ma con piogge e temporali

Gli anni passano dunque, ma l’impegno resta.

Paolo Spano

 

(foto da  SpazioTorino)



Commenti

SHARE