Home Ambiente Ambiente, il 2016 è l’anno con meno smog a Torino

Ambiente, il 2016 è l’anno con meno smog a Torino

23
SHARE

Torino era ed è ancora oggi una città ad alto tasso di inquinamento, tanto da piazzarsi spesso e volentieri nelle posizioni di vertice delle classifiche italiane ed europee.

Ora, però, l’aria e l’ambiente torinese hanno qualche motivo per sorridere. Al 1 Novembre 2016, Torino ha superato per la 35esima volta i 40 microgrammi al metro cubo di polveri sottili (il cosiddetto Pm10).

Dunque, la città è diventata fuorilegge per i parametri europei sull’inquinamento e sulle emissioni. La notizia, per questo aspetto negativa, diventa positiva per i netti miglioramenti mostrati, nel corso di questi anni, sulla salubrità dell’aria, grazie anche alle misurazioni effettuate dall’Arpa, che rendono l’idea della situazione.

L’arrivo dell’inverno peggiorerà indubbiamente i dati, con le statistiche che si sono impennate con l’accensione dei riscaldamenti a causa dell’abbassamento delle temperature.

Su base annuale, l’emissione di polveri sottili ha una media bassissima, se viene rapportata agli ultimi 16 anni e alla normativa dell’Unione Europea, con 30,6 microgrammi di Pm10 rilasciati. L’UE pone il limite a 40, e, dunque, la città della Mole viaggia bel al di sotto della media europea. Un trend positivo che si trascina già dal 20 14, quando i numeri parlavano di 34,9 microgrammi emessi.

Per migliorare ulteriormente la situazione e per portare Torino all’interno dei parametri di legge comunitari, sarà istituito un “semaforo” a tre colori (rosso, giallo e verde), che sarà gestito dall’Arpa.

Servirà a dare indicazioni con tre giorni d’anticipo al sindaco sia di Torino, che delle cittadine che vanno a costituire la Città Metropolitana, per poter imporre limitazioni e iniziative e restringere i consumi e l’inquinamento per non sforare i limiti imposti. Uno strumento necessario, che, nel giro di poco, sarà già in funzione e aiuterà la città a dare un buon esempio di lotta allo smog.

Correlato:  Tettoia dell'Orologio, l'orario continuato entrerà in vigore dal 7 marzo

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here