Home Articoli HP Tunnel di corso Grosseto: nuove modifiche al progetto

Tunnel di corso Grosseto: nuove modifiche al progetto

270
SHARE

Il tunnel che collegherà corso Grosseto e corso Potenza si farà.

Nonostante le perplessità della Giunta Comunale, il progetto partirà e sarà studiato, per poter accontentare tutti, dal Comune di Torino, dalla Regione Piemonte, dal Ministero delle Infrastrutture e dal Comitato per la Programmazione Economica (Cipe). L’amministrazione locale, guidata da Chiara Appendino, non era favorevole alla realizzazione dell’opera, ma sono stati decisivi gli incontri con il Presidente della Regione, Sergio Chiamparino, e il ministro Graziano Delrio, perché si trovasse un accordo per non disperdere i fondi appositamente stanziati. In caso di rinvio dei lavori o di mancato accordo tra le parti, tutto il denaro riservato a questo progetto sarebbe stato destinato ad altri interventi di urbanistica.

Fortunatamente, però, le istituzioni sono giunte a un compromesso, con il sottopasso che si farà, ma con svariate modifiche. Innanzitutto, per collegare corso Grosseto e corso Potenza sarà utilizzata sul lato est-ovest via Reiss Romoli, che, per l’occasione, necessiterà di una riqualificazione generale, dato il grave stato di abbandono e degrado che attualmente questa via vive. Anche corso Venezia, nel tratto che va da via Breglio all’allacciamento della Torino-Caselle, subirà un netto restyling, così come le linee di superficie di tram e pullman (2, 75, 9, 72, 11, 10), con alcune deviazioni che saranno necessarie. La stazione ferroviaria di Madonna di Campagna Gtt rimarrà invece inalterata e operativa come lo è attualmente.

Inutile dire che i costi per la realizzazione della grande opera saranno aumentati, ma le risorse economiche proveranno un po’ dalla Regione, un po’ dal Ministero e un po’ dal tunnel stesso: ne trarranno un indubbio giovamento gli automobilisti, che abitualmente percorreranno il nuovo tratto di strada, senza dover rischiare il solito ingorgo.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here