Home Articoli HP Il Villaggio di Babbo Natale in piazza d’Armi a rischio: stop del...

Il Villaggio di Babbo Natale in piazza d’Armi a rischio: stop del Comune

129
SHARE
Il Villaggio di Babbo Natale in piazza d'Armi a rischio: stop del Comune Torino
Il Villaggio di Babbo Natale in piazza d'Armi a rischio: stop del Comune Torino

La riproduzione del Villaggio di Babbo Natale in piazza d’Armi a Torino rischia di rimanere solo un bel progetto.

I torinesi erano al settimo cielo per l’annuncio di uno degli eventi più sentiti e caratteristici di questo Natale, ora ci sono i problemi burocratici a complicare tutto.

Gli organizzatori non sono iscritti al bando pubblico per organizzare le feste natalizie e, come se non bastasse, a Palazzo Civico è pervenuta anche la richiesta di utilizzare gratuitamente il suolo designato.

Ovviamente richiesta rigettata, anche se si era già creato un precedente con la concessione gratuita rilasciata ai promotori del Salone del Gusto. C’è però un problema di fondo che blocca tutto: tutte le manifestazioni natalizie devono essere realizzate a cura di un unico soggetto organizzatore, poiché tutti gli eventi fanno capo al progetto “Sogno di Natale”.

E se i vincitori del bando non corrispondono con gli ideatori del villaggio di Santa Claus, molto probabilmente il progetto sarà da considerarsi rimandato ad altri anni.

Inoltre, se il villaggio di Babbo Natale sorgerà ugualmente, è quasi sicuro che, accanto alle attrazioni e ai giochi per i bambini, non ci saranno stand e attività commerciali, perché non hanno l’autorizzazione del Comune. Insomma, un bellissimo progetto che ci auguriamo di poter apprezzare, ma che, con buone probabilità, dovremo attendere ancora per un altro anno, con la delusione di chi già pregustava una visita in un ambiente suggestivo come quello di Babbo Natale.

Una occasione persa per rendere speciale il Natale dei torinesi, soprattutto dei più piccoli, anche se occorre ancora parlare al condizionale, dato che non tutte le speranze sono svanite.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here