Home Articoli HP “Portici di Carta”: donati 1500 volumi alle biblioteche delle zone colpite dal...

“Portici di Carta”: donati 1500 volumi alle biblioteche delle zone colpite dal sisma

0
SHARE
“Portici di Carta
“Portici di Carta": donati 1500 volumi alle biblioteche delle zone colpite dal sisma

L’evento “Portici di Carta” si è distinta non soltanto per i grandi numeri che ha fatto registrare (200mila visitatori e 40mila volumi venduti), ma anche per un nobile gesto.

I torinesi hanno anche acquistato, oltre che per uso personale, ben 1500 volumi da destinare all’iniziativa “Un libro per ri-costruire”: lo scopo è quello di ripopolare le biblioteche delle zone colpite dal recente sisma del centro Italia, con libri provenienti da ogni parte del Paese; nello specifico, i volumi donati ieri saranno destinati alle librerie marchigiane di San Benedetto del Tronto e Arquata, dove le biblioteche saranno praticamente ricostruite da capo e necessitano di materiale per gli utenti.

Il progetto è stato portato avanti dalla Protezione Civile, dall’Associazione Italiana Biblioteche (ABI) e dal Comune di Torino, con particolare partecipazione della sindaca Chiara Appendino e dell’assessora alla Cultura Francesca Leon.

Un’iniziativa, questa, che dimostra la vicinanza di Torino e dei torinesi alle zone terremotate: non solo un aiuto economico (con la Fondazione Specchio dei Tempi in prima linea, ma anche con donazioni private), ma anche un supporto morale e culturale a chi ha perso tutto (o quasi).

Commenti

Correlato:  My Secret Turin Il primo libro di Irene Perino, ideatrice di Le Millemila cose da fare a Torino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here