Home Articoli HP L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”

L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”

2
SHARE
L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”
L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”

Un’occasione più unica che rara di visitare gli spettacolari panorami delle Langhe e del Roero, degustare i loro ottimi vini, e non solo, e ammirare la meraviglia dei castelli propri di queste regioni uniche. Questo è “Narrar castelli e vini”.

Arrivati alla sedicesima edizione, e con un successo di pubblico sempre maggiore di anno in anno, non si può che raddoppiare. Infatti il 16 e il 23 ottobre, giorni designati per lo svolgimento di questa importante manifestazione, avrete la possibilità di ammirare fortezze come: il Castello di Serralunga d’Alba, i Castelli di Lagnasco, il Castello di Monticello d’Alba, il Castello di Sanfré e quello di Roddi.

L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”
L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”

 

Ma le visite non saranno semplici giri tra le mura di bellissimi castelli, infatti animatori e guide turistiche impersoneranno gli antichi abitanti narrando le vicende storiche, le curiosità e le leggende legate al castello di turno.

“Narrar castelli” offre un viaggio a ritroso nel tempo per permettere ai visitatori di scoprire eventi e aneddoti memorabili, oltre a gustare la ricchezza della produzione enogastronomica del territorio.

Non una semplice visita guidata, ma un evento dove il fil rouge è dato dal racconto: una visita narrata. La dovizia di particolari con cui sono impersonati i personaggi che in passato abitavano in queste sfarzose dimore rende il tutto coinvolgente e realistico, un buon modo di imparare divertendosi.

L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”
L’edizione n° XVI di “Narrar castelli e vini”

 

Ecco, oltre alla narrazione, vera e propria protagonista dell’evento, ci sarà ovviamente la possibilità di degustare alcuni tra i vini migliori al mondo nel luogo in cui vengono prodotti oltre allo straordinario cibo locale, fiore all’occhiello di una regione che offre possibilità uniche sotto questo punto di vista.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta dunque, un evento che fa felici tutti, dagli appassionati di storia e quelli di enogastronomia, dagli adulti ai bambini, due date (16 e 23 ottobre) e tante possibilità di scelta per ammirare non solo una bellissima regione piemontese, ma anche uno degli orgogli del Bel Paese.

 

Luca Margaglione

 

 

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here