Home Articoli HP Fiume Po: questa mattina nuova operazione di pulizia delle acque ( contro...

Fiume Po: questa mattina nuova operazione di pulizia delle acque ( contro le alghe)

2
SHARE
Fiume Po: questa mattina nuova operazione di pulizia delle alghe
Fiume Po: questa mattina nuova operazione di pulizia delle alghe

 

Alle ore 8 di oggi  è cominciata la seconda operazione di pulizia del Po, con i tecnici che si stanno adoperando per sradicare il Myriophillum Aquaticum,l’alga esotica proveniente del Rio delle Amazzoni.

Gli addetti di Comune, Gtt, Arpa, i vigili, icanottieri e la protezione civile, sotto la guida dell’assessora Maria Lapietra, hanno iniziato a controllare che il Myriophillum non sia arrivato fino a Ponte

Isabella, dato che la pianta si è ripresentata ai Murazzi, per evitare un rischio di propagazione (e, di conseguenza,un rallentamento e un allungamento dei lavori), che potrebbe

causare la scomparsa delle alghe autoctone e, ovviamente, un danno enorme all’ecosistema.

Le operazioni di stamani sono state impostate con l’intenzione di staccare con le mani i ciuffi delle alghe (come già avvenuto lo scorso 11 Agosto), con immersioni programmate.

Stessa prassi sarà seguita nel prossimo intervento, programmato per le prossime settimane. Per chiudere il programma di espianto delle alghe è prevista una manovra meccanizzata, abbassando la diga, che causerà anche un abbassamento del livello del fiume. Questo consentirà di andare a colpire le radici e di stroncare, sul nascere, la formazione e la crescita della pianta.

Le operazioni saranno effettuate velocemente (dieci giorni al massimo) perchè, tra la metà di Ottobre e il mese di Novembre, molte sarannole competizioni nazionali e internazionali dei canottieri

che si terranno nel Po.

Per evitarne il rinvio e la cancellazione, il fiume dovrà essere pronto nell’immediato e dovrà essere sicuro: i concorrenti dovranno gareggiare in tutta serenità, senza correre il rischio di farsi del male o di cadere in acqua a causa dei residui delle alghe.

Dunque, si avvicina alla conclusione la questione Myriophillum, che dovrebbe abbandonare il nostro fiume a breve: i torinesi potranno così tornare ad ammirare il Po in tutta la sua bellezza, senza per forza ritrovarsi ad assistere a uno spettacolo non proprio emozionante come il colorito verde che male ci ha abituato in questi mesi.

 

Andrea Decorato

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here