Home Articoli HP TOdays, 30.000 persone hanno concluso l’estate in Barriera di Milano

TOdays, 30.000 persone hanno concluso l’estate in Barriera di Milano

SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Dal 26 al 28 agosto il quartiere Barriera di Milano ha accolto 30 mila persone provenienti da tutta Italia per quello che si è confermato uno dei festival più raffinati della stagione con una line up ambiziosa, capace di mescolare leggende internazionali e nuove stelle italiane.

Si parte dalla forte convinzione che l’unico istante in cui il futuro possa essere deciso sia il presente. TOdays significa proprio questo: immergersi nel contemporaneo, senza ostinarsi ad anticipare il futuro o rimpiangere il passato, in una città che da sempre dimostra una grande capacità di rinnovamento.

TOdays è stato un appuntamento di richiamo internazionale unico in Italia, capace di fare  della periferia di Torino un palcoscenico urbano di spazi rigenerati e convertiti a luoghi di aggregazione culturale e sociale: Spazio211, l’ex fabbrica INCET, il Museo Ettore Fico, la galleria d’arte Gagliardi e Domke e il parco urbano Aurelio Peccei sono stati l’epicentro di una modalità di fruizione realmente partecipata dal pubblico.

Todays_3

Dall’esordio dal vivo del maestro dell’horror John Carpenter circondato dalle architetture post industriali della riqualificata INCET a Viaggio al termine della notte con Elio Germano e Teho Teardo nella cattedrale a cielo aperto del primo parco ecosostenibile d’Europa, TOdays ha dato forma a quella passione pura che anima le periferie urbane. Dallo show di M83 al ritorno delle leggende viventi Jesus And Mary Chain, fino al rock del futuro con i Soulwax e il live esplosivo dei Crystal Fighters,  spazio anche al meglio del made in Italy con I Cani, Calcutta accompagnato da coro gospel, Francesco Motta, i Niagara e tanti altri. Un’immersione di oltre 40 ore di musica consecutiva in tre giorni e oltre 50 artisti da tutto il mondo.

Correlato:  Moncalieri, il Villaggio dei Puffi al 45° Nord ad aprile

Todays_2Non solo musica, ma anche formazione e innovazione. Decine di partecipanti per TOLAB, la sezione che ha ospitato installazioni artistiche e laboratori gratuiti organizzati in sinergia con alcune delle più interessanti e giovani realtà del territorio, per dare voce alle nuove idee e all’imprenditoria, grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CRT e di Terna.

Alla ricerca di percorsi nuovi che facciano dialogare linguaggi diversi, TOdays ha riposizionato Torino al centro del mondo rock europeo.

 



Commenti

SHARE