Home Articoli HP Linea 1 della Metro: dal Governo 29 milioni al Comune

Linea 1 della Metro: dal Governo 29 milioni al Comune

13
SHARE

La realizzazione della parte finale della Linea 1 della Metropolitana sembrava, ancora una volta, finita in una fase di stallo.

A salvare il progetto, che prevede l’allungamento del tratto da Lingotto a Piazza Bengasi attraverso due fermate, ci ha pensato il Governo che, a sorpresa, ha teso una mano all’amministrazione Appendino.

Già, perché la Giunta avrebbe dovuto reperire ben 40 milioni di euro per contribuire all’avanzamento dei lavori, mentre la liquidità restante sarebbe stata fornita dalla Regione Piemonte (35 milioni), 7,4 da InfraTo e 111 dal Governo. Mentre da Palazzo Chigi, oltre ai già citati 111 milioni, ne proveranno altri 28,9: decisione non indifferente per le casse del Comune che, ora, deve solo trovare i restanti 11 milioni di euro (di cui uno è già disponibile).

Il perché di tale manovra è facilmente spiegabile: alcuni mesi fa, l’ex sindaco Piero Fassino aveva fatto pressione sull’Esecutivo per ottenere i fondi necessari per il completamento delle due fermate, mentre alla città era stata concessa la talpa Masha. Masha, per essere completa e operativa, necessita a sua volta di ulteriore denaro: denaro che ora c’è e che sarà spostato dal vecchio progetto della Linea 2 (che avrebbe coperto Barriera di Milano) alla fine della prima linea.

Il Mef, inoltre, dovrà rendere conto al Comune di Torino riguardo la realizzazione delle fermate di Collegno e Cascine Vica, altro progetto che sembrava archiviato e che invece, a breve, sarà ripreso.

Dunque, la Giunta Appendino guadagna punti rafforzando i trasporti pubblici dopo le ultime misure utilizzate per il potenziamento delle linee notturne, ottenendo anche una partnership con il Governo, che sembrava quasi utopia.

Correlato:  La Regione Piemonte stanzia 17,5 milioni per Residenze reali e siti Unesco

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here