La “Festa per chi resta” a Torino al Mausoleo della Bela Rosin

La “Festa per chi resta” a Torino al Mausoleo della Bela Rosin

6
SHARE

Un evento divenuto un appuntamento fisso nell’estate torinese, una festa per chi in vacanza a Ferragosto non ci va, in una Torino sempre più turistica. Un momento per viaggiare con la fantasia anche se non si è potuti ancora partire o se le vacanze sono ormai un ricordo.

A curare la direzione artistica della FESTA PER CHI RESTA è Assemblea Teatro. L’edizione di quest’anno prevede l’apertura di un monumento neoclassico come il Mausoleo della Bela Rosin (strada Castello di Mirafiori,148), con tre titoli dedicati ad un pubblico diversificato, per far divertire e riflettere.

Sabato 13 agosto ore 21.00
Vento Leggero. Un gruppo di musicisti, a poche ore da un importante concerto, riflette su alcune modifiche tecniche da apportare alla performance. Poi la discussione passa ai contenuti e quasi si trasforma in lite, finché un vento leggero non arriva ad accarezzare gli artisti.
locandina vento leggero

Domenica 14 agosto ore 21.00      
Afrodita e le ricette immorali. Il mondo della cucina è il tempio del piacere. Dietro al grembiule c’è un invito alla gioia, a giocare nutrendosi e a inebriarsi senza prendersi troppo sul serio. L’Amore e l’Erotismo vengono narrati con eleganza e simpatica ironia.

locandina afrodita

Lunedì 15 agosto ore 21.00
Il Visconte dimezzato. Il racconto ha il piglio brioso di uno spettacolo di burattini, ma è assai più complesso. Una lettura spettacolarizzata di un classico del ‘900, che offre, attraverso una scrittura allegorica e simbolica, numerosi spunti di riflessione su realtà e illusione, ideologia ed etica ma soprattutto sull’equilibrio necessario ad ognuno perché, come dice Italo Calvino, “non esistono possibilità di verità assoluta.”

locandina visconte

Correlato:  Tolstoj e quella passione per Torino

LEAVE A REPLY