Home Cronaca di Torino Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012

Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012

48
SHARE
Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012
Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012

Ormai l’estate torinese è segnata da un appuntamento fisso, che è anche diventato uno degli eventi più attesi dell’estate in città: la Cena in Bianco una social dinner molto unconventional “fai da te” a cui partecipano migliaia di torinesi e non solo.

Iniziata in Piazzetta Reale nel 2012 aveva già attirato 2.500 persone ma il vero successo si è visto negli anni a venire. Nel 2013 erano in quasi 8000 alla villa La Tesoriera, piazza San Carlo è stato un bianco salotto torinese nel 2014 pieno di candide tavolate le cui foto resteranno negli annali della fotografia insieme alla cena in bianco regale in reggia a Venaria reale che ha visto seduti a tavola oltre 20000 persone nel 2015.

Un progetto per tutti e di tutti, è stata la sua grande apertura apertura, la sua gratuità, l’assenza di sponsor, di banner e palchi, il voler dimostrare che per una serata tutti i torinesi avrebbero potuto sentirsi parte del picnic notturno più glamour della città regalando un progetto di attenzione al territorio urbano unico in Europa per dimensioni.

La cena gratuita sociale e fai da te d’Europa. Torino dove è nata ha infatti accolto con entusiasmo l’iniziativa, dimostrandosi disponibile ad accoglierne la filosofia: eleganza e gusto nell’apparecchiare, ordine e pulizia durante e dopo l’evento. Bandite plastica e carta, per lasciare spazio a tovaglie ricamate, eccentrici centrotavola e piatti di porcellana. Le regole sono rispetto di Etica Ecologia Estetica eleganza Educazione civica

Ognuno porta tutto e si porta via tutto.

Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012
Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012

 

Essendo gratuito per i partecipanti ma avendo i costi di tari, assicurazione e bagni chimici almeno è necessario che TUTTI PORTINO VIA TUTTI I RIFIUTI E LASCINO INTONSO IL LUOGO COME LO AVRANNO TROVATO (l’associazione di promozione sociale non paga il suolo pubblico per i primi due giorni come prassi essendo manifestazione gratuita senza fini commerciali)

La bianca eleganza ha conquistato Torino. La voglia di essere inquilini attivi della propria città e di regalarle una cartolina unica con una camera da pranzo speciale.

Correlato:  Mole 24 scelto dalla Cena in Bianco come Media Partner ufficiale

L’evento poi ha richiamato anche i fashionisti: pur stando sul dress code rigorosamente bianco, lo spazio per personalizzare i look è tantissimo. Ovviamente gli accessori la fanno da padrone: da coroncine di fiori a collane di perle, passando per cappelli e scarpe, la Cena in Bianco non è solo una Unconventional Dinner è diventata anche una vera e propria prova di stile a tavola e indosso.

La magia della serata è ovviamente sostenuta anche dalle location scelte finora: la Cena in bianco è stata ospitata dai migliori angoli storici di Torino e dintorni, come la Tesoriera, Piazza San Carlo e la Venaria Reale. Ci siamo un po’ tutti sentiti dei nobili sabaudi passeggiando nella splendida cornice del parco della Tesoreria o nei giardini della Reggia. Forse è proprio questo che continua ad attirare i torinesi: sentirsi parte di qualcosa di suggestivo, in una realtà che sembra quasi sospesa nel tempo, che appaga gli occhi e lo spirito grazie alla cortesia e all’eleganza.

Cena in Bianco: la bianca eleganza che ha conquistato Torino dal 2012

Il successo dell’iniziativa è innegabile e ben si addice a Torino, città da sempre famosa per la sua nobiltà mai ostentata, ma sussurrata sottovoce.

Intanto chi non ha mai partecipato e chi ormai lo considera un appuntamento fisso sta iniziando a chiedersi quale sarà la location 2016: dopo la regalità della Venaria, le aspettative sono altissime e siamo sicuri che anche quest’anno saremo piacevolmente sorpresi.

Dove ci porteranno quest’anno Carlo Bentivoglio e Paolo Faretra con Antonella d’Afflitto?

Seguite il sito e la pagina facebook.

Le adesioni sono ancora aperte fino a fine settimana.

 

E. G.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here