Home Cronaca di Torino Metro Torino: la talpa “Masha” si prepara per gli scavi della linea...

Metro Torino: la talpa “Masha” si prepara per gli scavi della linea 1

10
SHARE
torino, La talpa “Masha” si prepara per gli scavi della linea 1

Dopo un lungo periodo di silenzio, di lavori fermi, di opere che sembrava stessero per partire ed invece non hanno dato cenni di movimento, finalmente è arrivato il momento tanto atteso: continuano i lavori per il prolungamento della linea 1 della metropolitana di Torino tra via Nizza e Piazza Bengasi fino al pozzo terminale che si trova a Moncalieri.

Ebbene sì: Masha (che deve il suo nome alla bambina protagonista dell’omonimo cartoon e compagna di avventure di Orso), la talpa gigante che si occuperà degli scavi, è pronta a partire.

Ci si chiede se sia un caso che la macchina che porterà a termine un lavoro così importante abbia un nome di donna: sarà mica perché così abbiamo la certezza che, essendo parte del gentil sesso, farà un lavoro veloce, pulito e preciso? Ai posteri l’ardua sentenza. Intanto lei è già in posizione, essendo stata calata da poco sotto la stazione “Bengasi” della metropolitana e si prepara alle operazioni che partiranno nel mese di agosto, e dovrebbero terminare nel periodo tra maggio ed agosto 2017.

Con una lunghezza di 100 metri ed un diametro della testa fresante di 7,70 metri, questa ipertecnologica gigantessa del sottosuolo scaverà ad una profondità di 25 metri sotto via Nizza, 24 ore al giorno con un avanzamento di 10 metri al dì.

A questi ritmi ed in questo modo, Masha riuscirà a portare a termine un tunnel lungo quasi due chilometri e che collegherà il Lingotto con Piazza Bengasi, dove si troveranno il capolinea definitivo della linea ed un grande parcheggio.

Si prevede che, nonostante la galleria dovrebbe essere pronta entro un anno, i lavori continueranno fino all’estate del 2018 per terminare le operazioni conclusive e far sì che si possa finalmente viaggiare in questo nuovo tratto della metropolitana in direzione sud, che tutti i torinesi aspettavano con impazienza.

Correlato:  Oggi lascia un caffè sospeso a qualcuno

 

 

Francesco Esposito

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here