Home Urbanistica Il Comune approva il nuovo sottopasso in corso Unità d’Italia

Il Comune approva il nuovo sottopasso in corso Unità d’Italia

155
SHARE
Il Comune approva il sottopasso in corso Unità d'Italia
Il Comune approva il sottopasso in corso Unità d'Italia

Qualche mese fa avevamo accennato alla riqualificazione dell’area limitrofa al Palazzo del Lavoro, giunge ora la notizia dell’approvazione da parte della giunta comunale per il sottopasso della rotonda Maroncelli tra i corsi Unità d’italia, Maroncelli e Trieste.

Il progetto, con delibera dell’assessore alla Viabilità Claudio Lubatti, dal valore di nove milioni di euro circa, ha come scopo quello di decongestionare il tratto che fa immettere nella zona sud della città dividendo il traffico sull’asse nord-sud. Il nuovo tunnel che passerà sotto la rotonda avrà una lunghezza di 75 metri e due rampe di accesso di 140 metri l’una, sui corsi Trieste e Unità d’Italia.

Durante la creazione del nuovo tratto stradale ci saranno solo temporanee modifiche alla viabilità, ma rimarranno comunque accessibili i corsi che si diramano dalla rotonda Maroncelli. A lavoro ultimato invece la percorribilità tornerà come prima dei lavori, con la rotatoria all’incrocio e due corsie, una senso di marcia, che si congiungeranno con le rampe uscenti di corso Unità d’Italia e corso Trieste; per farsi un’idea basta osservare il rendering in copertina.

Sull’approvazione del sottopasso ha detto la sua anche l’assessore all’Urbanistica Stefano Lo Russo che ha ribadito come l’opera era necessaria già da tempo per snellire la “porta sud” della città e che ora, grazie ai fondi privati giunti dalla riqualificazione del Palazzo del Lavoro, finalmente si è sbloccata. Ha infine osservato la zona del Lingotto in modo più ampio enumerando le trasformazioni urbanistiche che sta subendo come l’ultimazione della Linea 1, la nascita del futuro Parco della Salute e la costruzione del grattacielo della Regione Piemonte.

@Damiano Grilli

 

Commenti

Correlato:  Calo del traffico a Torino e crescita della mobilità sostenibile, una semplice coincidenza?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here