Home Eventi Settimana di festival a Torino, tra cinema e teatro

Settimana di festival a Torino, tra cinema e teatro

0
SHARE

Il mese di maggio, tradizionalmente legato al libro, (il ventinovesimo Salone si svolgerà dal 12 al 16 maggio)  si apre con due importanti kermesse culturali, una cinematografica e una teatrale.

immagine_guida_tglff31_piccola

Dal 4 al 9 maggio a Torino, presso il Cinema Massimo, si svolgerà la trentunesima edizione del TGLFF – Torino Gay & Lesbian Film Festival, consolidatosi negli anni come un evento irrinunciabile per il panorama cinematografico nazionale e internazionale.

Il claim di quest’anno, Infiniti sensi, precise direzioni, sintetizza il lavoro di ricerca svolto in trentuno anni di festival.

La serata di apertura, il 4 maggio alle 20.30, prevede la proiezione in anteprima italiana di Stonewall di Roland Emmerich. La pellicola racconta la storia di Danny Winters, cacciato di casa perché gay, che si trasferisce a New York nel 1969 ed entra in contatto con la nascente scena LGBT del Greenwich Village.
L’edizione di quest’anno contiene 84 film in programma, tra lungometraggi, cortometraggi e documentari, rappresentativi della pluralità di voci del cinema LGBT. Si contano ben 54 anteprime italiane, due anteprime europee e nove anteprime mondiali.

Cinque i premi assegnati: il Premio Ottavio Mai, individuato da una giuria di tre esperti; il Premio Queer e il Premio al miglior cortometraggio, che potranno contare su due giurie composte dagli studenti del DAMS dell’Università degli Studi di Torino e dell’Agenzia formativa tuttoEuropa. Il pubblico assegnerà poi due riconoscimenti: il premio The Best Torino al miglior lungometraggio (scelto tra i titoli del Concorso lungometraggi e del Premio Queer) e il premio per il Miglior cortometraggio.

Durante il 31° TGLFF saranno ricordati: Gianni Rondolino, con la proiezione di Un chant d’amour di Jean Genet, opera da cui rimase impressionato dopo averla vista al 7° TGLFF; David Bowie, del quale sarà ripercorsa la vita artistica con una selezione dei suoi videoclip più significativi curata in collaborazione con il festival Seeyousound, e Ettore Scola, con Una giornata particolare, nella versione restaurata dalla Cineteca Nazionale di Bologna. Alla proiezione, che sarà preceduta da un videomessaggio di Maurizio Costanzo, sarà presente la figlia del regista, Silvia Scola.

Correlato:  ManualMente 2017: dal 7 al 9 aprile il talento in libertà

Le tematiche dei film, in e fuori concorso, spazieranno dalla religione ai rapporti affettivi e sessuali, dal bullismo ai rapporti familiari che saranno ad esempio protagonisti del film Né Giulietta, né Romeo, esordio alla regia di Veronica Pivetti che sarà presente al festival e protagonista di un dibattito organizzato con l’Ordine degli psicologi del Piemonte e il Coordinamento Torino Pride sabato 7 maggio alle 10.30.
Alla religione, analizzata in una più ampia accezione di rapporto dei vari credo con la vita di tutti igiorni e con alcuni fenomeni sociali, sarà dedicata la sezione Liberaci dal male, composta da sei film e alcuni eventi speciali.

Mercoledì 4 maggio alle ore 18,30 prende il via la quarta edizione del Torino Fringe Festival con la parata di apertura che parte da Piazza Emanuele Filiberto e percorre le vie della città alla presenza di tutti gli artisti del Fringe, accompagnati dalle note della Soppressata Samba – Paranza del Geco.
Si prosegue alle 20,30 con la festa di apertura al Teatro Espace in Via Mantova 38 (Centrale Fringe 2016). Durante la serata  sono previste esibizioni circensi degli artisti di Cirko Vertigo.

cirko vertigo (1)

Il Torino Fringe Festival, che si svolge dal 5 al 15 maggio in diversi luoghi della città, è ideato da una direzione artistica e organizzativa composta da dieci compagnie teatrali, formate da artisti e giovani professionisti attivi sul territorio

Il Festival propone dieci giorni di invasioni teatrali con spettacoli, performance, eventi speciali, concerti, feste, dj set, workshop e incontri, con l’intento di garantire agli artisti partecipanti una piena visibilità per favorirne la circuitazione nazionale ed internazionale.

Sul fronte specificamente teatrale, la settimana torinese presenta almeno due ulteriori eventi rilevanti. Torna a grande richiesta, al Teatro Gioiello, Forbici Follia, nell’edizione firmata dalla Compagnia Torino Spettacoli, dalla storica regia e con la traduzione di Gianni Williams, l’attore e regista che ha portato il giallo comico interattivo in Italia.

Correlato:  Mercatino Italo-Tedesco in piazza Solferino fino al 22 novembre

Repliche fino al 21 maggio.

rossintesta

Giovedì 5 maggio debutta, in prima assoluta, Rossintesta, un progetto speciale ideato da Teatro Colosseo e Produzioni Fuorivia. Paolo Rossi e Gianmaria Testa, che purtroppo non potrà vedere in scena questo progetto al quale aveva lavorato nell’ultimo anno, hanno condiviso un viaggio fatto di amicizia, destino, lavoro. In scena prende spazio Fino a toccare il cielo, un’opera monumentale di Valerio Berruti, realizzata attraverso una fusione in alluminio.

La scultura, alta tre metri, rappresenta una bambina con le mani rivolte verso l’alto, intenta a sorreggere un peso.

In occasione della prima torinese Eataly, partner dello spettacolo, offrirà al pubblico un buon bicchiere di Rosso Borgogno per un brindisi nel foyer del teatro, un omaggio al titolo del nostro progetto e alla bellezza dell’arte.

 

Roberto Mazzone

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here