Home Eventi Torino è pronta per il suo Jazz Festival: da oggi al 1°...

Torino è pronta per il suo Jazz Festival: da oggi al 1° maggio si suona in città

0
SHARE

Da oggi al 1° maggio torna il jazz a Torino.

E visto che formula che vince non si cambia, come l’anno scorso anche iquesta manifestazione prevede concerti dalla mattina fino a notte fonda nelle piazze, nei teatri, nei locali e sul fiume, quasi tutti gratuiti.

Filo conduttore del cartellone, curato dal direttore artistico Stefano Zenni è ‘Il jazz e le altre arti: teatro, danza, arti visive, cinema, fotografia e letteratura’. L’edizione 2016 prova a esaminare le mescolanze di linguaggi con nuove produzioni e importanti esclusive.

MG_1972

 

Tra gli appuntamenti del ricco programma i grandi concerti del main stage serale in piazza Castello tra cui la produzione originale di Roy Paci con la sua Orchestra del fuoco e la voce di Hindi Zahra e il trombettista Fabrizio Bosso con un travolgente omaggio a Duke Ellington.

Il 25 aprile sarà dedicato per il terzo anno consecutivo al Jazz della Liberazione, giornata che culminerà con una sorprendente prima assoluta: Pulse! (Jazz and The City), un progetto in cui i suoni e i rumori della città incontrano il jazz di Flavio Boltro, Furio Di Castri, con la partecipazione di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, il rapper Ensi ed Enrico Rava.

tjf_look_pla_5410

Per la chiusura della quinta edizione la Grande Festa Jazz del Primo Maggio vedrà la piazza animarsi con le sonorità degli Incognito, pionieri dell’acid jazz.

La parte off, affidata al Fringe, diretto da Furio Di Castri, offre un programma diviso in due sezioni con nomi di spicco. Il format del Fringe resta invariato: enogastronomia di qualità, concerti-aperitivo e la notte il consueto Urlo dei Murazzi, l’assolo sulla chiatta del fiume alle ore 23 sul Po, con a seguire le Night Towers sulle quali i gruppi suoneranno sopra Piazza Vittorio Veneto, dilagando poi nei locali sino a notte inoltrata.

Correlato:  "Una notte al museo": stasera tutti al Polo Reale

 

Roberto Mazzone

 

Commenti

SHARE
Previous articleMilionesimo biglietto staccato: congratulazioni Museo Egizio!
Next articleUna Mole di ricordi per le vittime dell’Heysel
Laureato in Scienze della comunicazione con un Master in Informazione, New Media e comunicazione plurimediale, conseguito nel 2012. Giornalista pubblicista, grande appassionato di teatro, inizia a frequentarlo come spettatore, e dal 2003 in qualità di operatore dell’informazione e critico teatrale, collaborando con numerose testate e webzine di settore, specializzandosi soprattutto nel teatro musicale. Giornalista pubblicista, è inoltre membro dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro e fa parte della giuria di PrIMO, il Premio italiano per il musical originale, ideato da Franco Travaglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here